Possibilità di tirocini all’estero per 57 giovani Toscani

Tirocini all'estero

Tirocini all’estero Sono 57 i posti disponibili per giovani diplomati o laureati, domiciliati in Toscana, per tirocini di formazione all’estero di 12-13 settimane, all’interno del progetto ‘CompeTer II-Nuove competenze al servizio dello sviluppo Territoriali II edizione’, promosso da Consorzio Arezzo Innovazione, al quale partecipano Provincia, Camera di commercio e Comune di Arezzo, nell’ambito del programma comunitario Lifelong Learning (programma settoriale Leonardo da Vinci).

Dal 2006 a oggi, le Province di Arezzo, Siena e Grosseto hanno potuto beneficiare di circa 2 milioni e 500 mila euro di risorse, dando la possibilita’ a circa 600 giovani di svolgere esperienze di lavoro all’estero. L’obiettivo e’ quello di sviluppare competenze linguistiche, trasversali e professionali specifiche da spendere al servizio del territorio, del suo sviluppo, della sua competitivita’ anche a livello internazionale.

Gli ambiti professionali riguardano comunicazione e valorizzazione dei beni culturali, artistici e della storia; scienze economiche; informatica, e-business e nuove tecnologie della comunicazione, web engineering e designing; telecomunicazioni, turismo e agroalimentare; energie rinnovabili e ambiente. I posti disponibili sono 14 per Malta, 9 per il Portogallo, 10 per il Regno Unito 24 per la Spagna.

In questo modo i giovani possono sviluppare ‘key competences’ per stimolare l’innovazione e facilitare l’apertura ai mercati globalizzati, inoltre hanno la possibilita’ di potenziare le proprie competenze trasversali, di tipo relazionale, competenze che rappresentano sempre piu’ un valore aggiunto da spendere nel mercato del lavoro.

“Credo che questo progetto – sottolinea Rita Mezzetti Panozzi, assessore provinciale all’Istruzione di Arezzo – rappresenti una possibilita’ unica per i nostri giovani, in un momento delicato come questo: fare esperienze di lavoro all’estero e tornare in Italia con un valore aggiunto da spendere nel mondo delle professioni. Un’occasione imperdibile”. Le domande devono essere presentato entro il 5 luglio, l’avviso e la documentazione possono essere scaricati al link polilabar.it.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studentessa scomparsa a Roma, nessuna notizia da due giorni

Next Article

Lotta alla disoccupazione, in arrivo nuovi fondi dall'UE

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.