Picchiata dai bulli durante l’ora di ginnastica: 13enne finisce all’ospedale con il naso rotto

Una ragazza di 13 anni di Anzio è finita all’ospedale dopo essere stata aggredita da quattro compagni di classe mentre si trovava in palestra. Secondo i genitori della studentessa quello di oggi non è un caso isolato: già da tempo la loro figlia sarebbe vittima di episodi di violenza e bullismo all’interno della scuola.

Accerchiata dal branco mentre faceva ginnastica e pestata a sangue: grave episodio di bullismo in una scuola media di Anzio. Vittima una ragazzina di 13 anni che durante la lezione di educazione fisica nella palestra della scuola media “Falcone” è stata aggredita a calci e pugni da tre ragazze ed un ragazzo, suoi compagni di classe. La ragazzina è stata circondata e colpita anche con pugni al volto.

Gli aggressori sono poi fuggiti e ad accorgersi di quanto successo è stata l’insegnante, che non era presente al momento dell’aggressione. I genitori, informati su quanto era accaduto, si sono rivolti ai carabinieri. Hanno raccontato ai militari di pregresse e numerose vessazioni nei confronti della figlia, che fino allo scorso anno abitava all’estero, e per questo hanno specificato di avere avvisato anche la scuola. Nella denuncia presentata si fa riferimento anche a un presunto “movente razzista” nel blitz del branco. Il riferimento è legato all’offesa “Argentina di m…” che gli aggressori hanno urlato alla ragazzina prima di colpirla.

La 13enne è stata trasferita al pronto soccorso dell’ospedale di Anzio dove le è stata riscontrata la frattura del setto nasale e alcune ecchimosi. L’episodio, a quanto si apprende, sarebbe solo l’ultimo di una serie di vessazioni subite dalla ragazzina fin dall’inizio dell’anno scolastico.

Un episodio, quello di Anzio, che segue di pochi giorni il caso dello studente costretto a pagare 100mila euro delle “guardie del corpo” che avevano come compito quello di proteggerlo dai bulli a scuola. Intanto secondo i recenti dati diffusi dallo studio su bullismo e cyberbullismo, promosso dall’Osservatorio (in)difesa, fanno emergere un dato preoccupante: il 61% dei giovani campani di età compresa tra i 13 e i 23 anni ha subito episodi di bullismo. Un dato in costante crescita che rispecchia l’aumento esponenziale del fenomeno che ha avuto una vera e propria esplosione con la pandemia da Covid-19.

LEGGI ANCHE:

Total
7
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ok all'ora di educazione fisica alle elementari: coinvolti 2.200 docenti

Next Article

"Niente magliette succinte in classe": bufera sulla preside che voleva vietare la pancia scoperta a scuola

Related Posts
Leggi di più

Elezioni, come si vota domenica 25 ed evitare di sbagliare

Le schede elettorali del 25 settembre, quella rosa per la Camera, la gialla per il Senato. Si vota tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale anche ai fini dell'elezione del candidato nel collegio uninominale e a favore della lista nel collegio plurinominal.