Per fare le scarpe alla crisi, studentessa apre un negozio online

scarpe

 

Lucia vive a Pisa ed è una studentessa di Scienze biologiche e molecolari. Sogna di laurearsi e lavorare all’interno di un laboratorio di analisi, ma non basta. Nel frattempo ha deciso di buttarsi e di inventarsi commerciante. Come? Aprendo un negozio online. L’idea è venuta dalla sua passione per le scarpe e dall’incremento che sta avendo il commercio online negli ultimi tempi.

“In un momento di crisi, aprire un negozio virtuale mi è sembrata la soluzione migliore per evitare spese esose come l’affitto di un locale e i relativi costi che comporta”. Eliminate le spese per le bollette, dunque, niente arredamento, ammortizzati al massimo i costi di manutenzione e affitto. E il cliente si conquista con un sito e con il tam tam sui social network. Attenzione, però, ci avvisa: “E’ come aprire un negozio fisico, quindi, con le spese relative al commercialista, alla partita iva, etc. Per ora non abbiamo un sito internet nostro, ci appoggiamo ad Ebay, pagando solo 19.90 euro al mese ed una commissione sul prezzo finale del venduto, ma se funzionasse e i guadagni diventassero elevati, potrebbe anche diventare un luogo reale”. Un’esperienza che Lucia crede e spera possa essere remunerativa, quindi. Anche perché un investimento c’è, anche se minimo.
scarpe 2

“Le spese sono pochissime, ma la principale è quella relativa all’acquisto dei prodotti. Ho iniziato con circa 3000 euro. La merce la acquisto presso normali ingrossi, dove si riforniscono i commercianti. Ho chiesto un prestito con l’aiuto del mio ragazzo. Per le pratiche di inizio attività (partita iva, etc), mi sono rivolta ad un commercialista, spendendo 300, 400 euro”. I vantaggi però ci sono tutti, sia per il venditore che per il cliente. “Possono comprare comodamente da casa, valutando bene, senza fretta, a prezzi concorrenziali e a volte anche minori rispetto ai negozi fisici”.

Angela Zurzolo

Total
0
Shares
2 comments
Lascia un commento
Previous Article

Medicina: no al trasferimento dalla Romania

Next Article

Stagisti/operatori per il web

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".