Ocse, Lombardia tra le regioni più attive in materia di Università

L’università e gli istituti di alta formazione della Lombardia sono di un elevato livello di qualità nel panorama nazionale e internazionale: a dirlo sono i dati di un esame dell’Ocse, che è stato illustrato ieri dalla Regione.

L’università e gli istituti di alta formazione della Lombardia sono di un elevato livello di qualità nel panorama nazionale e internazionale: a dirlo sono i dati di un esame dell’Ocse, che è stato illustrato ieri dalla Regione.

Fra il 2008 e il 2011 l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha svolto la seconda edizione della review ‘Higher Education in Regional and City Development’, che ha coinvolto 25 città e Regioni in 11 Paesi: per l’Italia è stata esaminata appunto la Lombardia, sulla quale è stato preparato un rapporto presentato stamani nella prima conferenza annuale di Eupolis, l’Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione della Regione, che ha coordinato il progetto finalizzato ad analizzare l’impatto delle università sullo sviluppo regionale.

La Lombardia è risultata in particolare al terzo posto, dopo Ile de France e Inner London, tra le 25 top regions in Europa nel settore dei beni e servizi creativi e culturali (moda e design); e al secondo posto nel settore dell’advertising. Nel corso della presentazione del rapporto a Palazzo Pirelli è stato evidenziato che l’Ocse ha preso in considerazione anche la preparazione degli studenti delle secondarie di primo grado in letteratura, matematica e scienze e nella «valutazione Pisa la Lombardia si attesta sempre al di sopra della media Ocse, a differenza del dato Italia considerato nel suo complesso, al contrario costantemente sotto media». L’Ocse ha inviato anche dato delle raccomandazioni alla Lombardia, a partire dalla necessità di trasferimento tecnologico fra ricerca, imprese e istituzioni. Fonte: Ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Wireless marino, l'invenzione da Pisa

Next Article

Aerospazio: 2,5 milioni per l’alta formazione

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.