Napolitano ai giovani di Palermo: “Entrate in politica”

«Scendete al più presto in campo, aprendo porte e finestre se vi si vuole tenere fuori, per rinnovare la politica e la società. L’Italia ne ha bisogno, l’Italia ve ne sarà grata». Queste le parole del Presidente Giorgio Napolitano a Palermo nell’aula bunker.

SPECIALE NAVE DELLA LEGALITA’

«Scendete al più presto in campo, aprendo porte e finestre se vi si vuole tenere fuori, per rinnovare la politica e la società. L’Italia ne ha bisogno, l’Italia ve ne sarà grata». Queste le parole del Presidente Giorgio Napolitano a Palermo nell’aula bunker.

Napolitano, commosso anche al ricordo della giovane Melissa, la studentessa uccisa nell’esplosione della bomba alla scuola Morvillo-Falcone a Brindisi. “Una cosa è certa: questi nemici del consorzio civile e di ogni regola di semplice umanità avranno la risposta che si meritano: se hanno osato troncare la vita di Melissa e minacciare quella di altre sedicenni aperte alla speranza e al futuro, se l’hanno poi fatto a Brindisi in quella scuola, per offendere la memoria di una donna coraggiosa, di una martire come Francesca Morvillo Falcone, la pagheranno, saranno assicurato alla giustizia“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Laurearsi in tempi di crisi

Next Article

Obiettivo 2016: uomini e donne stesso stipendio

Related Posts
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".