Napoli Film Festival

Dal 5 all’11 giungo a Castel Sant’Elmo si ripropone il “Napoli Film Festival” organizzato dall’ Associazione Napolicinema


Ritorna il Napoli Film Festival che si svolgerà dal 5 all’11 giugno a Castel Sant’Elmo. L’evento, organizzato dall’Associazione Napolicinema ed arrivato ormai alla XII edizione, sarà caratterizzato da importanti novità.
Quest’anno, infatti, grazie alla consolidata partnership con la Film Commission Regione Campania le opere che partecipano al concorso avranno l’opportunità di approdare al Festival del cortometraggio di Clermont Ferrand, la più importante vetrina europea di corti. La sezione Schermo Napoli inoltre, grazie alla collaborazione con l’ufficio scolastico regionale, si apre anche agli alunni delle scuole medie e superiori che potranno così partecipare e concorrere attraverso una sezione loro dedicata presentando corti o documentari.
Attraverso il bando presente sul sito web del Napoli Film Festival si darà il via al concorso che prevede la selezione di studenti di tutte le università italiane per la costituzione della giuria del “Nuovo Cinema Italia 2010”, riservato a lungometraggi di produzione italiana, inediti o autodistribuiti sul territorio nazionale dal 1 gennaio, che aggiudicherà il premio Vesuvio Award e il Premio Technicolor al miglior film.
Per partecipare alla selezione bisogna essere iscritti a una laurea specialistica che abbia nel piano di studi esami inerenti al cinema, ed inviare la scheda d’iscrizione entro l’8 maggio.
Per maggiori informazioni consultare il sito www.napolifilmfestival.com

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cun, senza fondi non c’è ricerca

Next Article

Prof. Solfrizzi per un giorno!

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".