Maturità: sufficienza in tutte le materie per essere ammessi

Non basterà più la media del 6 per essere ammessi all’esame di maturità. Gli studenti dovranno raggiungere la sufficienza in tutte le materie, potrà essere consentita una sola eccezione sotto la sufficienza motivata da una delibera del consiglio di classe.
Questo quanto previsto dal decreto sulla valutazione degli studenti domani al CdM per l’ultima lettura.
Tra le altre novità i test Invalsi per testare  le lingue straniere che non rientreranno più negli esami di  terza media e di maturità. In entrambi i cicli saranno anticipati tra aprile e maggio ma i risultati saranno comunque riportati nel curriculum degli studenti.
Le prove dell’esame di maturità torneranno ad essere due con l’addio al famoso “quizzone” e sul voto finale inciderà l’andamento dell’ultimo triennio e la partecipazione degli studenti ai programmi di alternanza.
Se il testo sarà approvato si dovrà attendere il 2019 per l’entrata in vigore della nuova maturità.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Migliori giovani università al mondo: la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa guadagna posizioni nella top ten 2017

Next Article

Laurea alla memoria per Totò

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".