Maturità 2022, le tracce della seconda prova in ordine sparso

La versione di latino al classico, matematica allo scientifico. Ma ogni istituto decide tenendo conto dei programmi realmente svolti dopo due anni di pandemia. Vale 10 punti su 100

Dopo la prova nazionale di italiano, la seconda prova si gioca tutta in casa: una versione di latino per i classici, un problema di matematica per gli scientifici e prove sulle materie di indirizzo per gli altri istituti diversi in ogni scuola, decisi dalle commissioni. Il compromesso, dopo che il ministro Patrizio Bianchi ha annunciato il ritorno delle prove scritte. Scattò la sollevazione degli studenti, con petizioni e occupazioni (non solo per l’esame), e allora ecco uno seconda prova a misura di programmi effettivamente realizzati dopo due anni di pandemia, tra Dad e quarantene. Più simile a un compito in classe. “Ma non è una seconda prova depotenziata – ha sempre sostenuto Bianchi – l’abbiamo voluta dalle commissioni perché in questi due anni i ragazzi hanno vissuto percorsi diversi, è un atto di giustizia“.

Da Tacito alla progettazione multimediale

Alle 8.30 la prova è partita. E dalle prime indiscrezioni già escono le tracce, gli autori latini delle versioni. Tacito, una versione dal “De origine et situ Germanorum”, in un liceo romano. La globalizzazione è l’argomento sul quale devono cimentarsi per la seconda prova i maturandi di un liceo delle Scienze umane. “E’ uscito un argomento del primo quadrimestre che inizialmente ha spiazzato i ragazzi perchè è un tema molto ampio – spiega il presidente della commissione Danilo Vicca – Ma dopo un primo momento di spiazzamento si sono rassicurati ed hanno iniziato a scrivere”.

La durata della seconda prova scritta cambia da indirizzo a indirizzo; si va dalla prova in un unico giorno, con durata in genere di 6 ore (ma ci sono quadri di riferimento che possono prevedere anche una durata di 4 ore o una, massima, di 8 ore), alla prova dei licei artistici che dura 3 giorni (6 ore al giorno).  Nei licei musicali e coreutici la prova dura due o più giorni, e comprende una parte scritta/teorica e una performativa.

Tracce a sorteggio seconda prova

I docenti delle varie discipline hanno elaborato tre tracce sulla base, consegnate ieri, delle informazioni contenute nei documenti predisposti dai consigli di classe. Tra queste proposte sarà sorteggiata quella che sarà svolta da tutte le classi coinvolte. La prova dovrà comunque avere le stesse caratteristiche di quelle ministeriali degli anni passati: due problemi e otto quesiti per la matematica allo scientificoal classico un testo da tradurre, più tre domande relative all’interpretazione e alla composizione del brano e all’analisi linguistica e stilistica del testo.

E’ indubbio che, nonostante le griglie del ministero, la seconda prova rischia di essere disomogenea nel grado di difficoltà da istituto a istituto. Anche per questo è stato attribuito un punteggio molto basso: al massimo i candidati potranno prendere 10 punti (su 100) contro i 15 del tema di italiano e i 25 dell’orale. I docenti hanno dubbi sulla valutazione: “quello della correzione è stato senz’altro uno dei temi al centro delle discussioni. Abbiamo preso in mano la griglia di correzione proposta dal ministero e abbiamo concordato delle linee condivise”.

LEGGI ANCHE:

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Next Article

Attacco informatico all'Università: dati in vendita per un milione di dollari su un forum russo

Related Posts
Leggi di più

Nicolò muore a 17 anni, amici: “Lo portiamo con noi alla maturità”

La proposta degli studenti dell’Ipsia “Lombardi” di Vercelli di sostenere l’esame di maturità per l’amico scomparso in un incidente in moto è stata accolta da preside e insegnanti: alla fine delle interrogazioni, uno di loro tornerà davanti alla commissione per Nico.