Master per esperti nelle adozioni

Formare operatori in grado di affrontare le problematiche dei genitori affidatari e adottivi, mantenendo al centro le famiglie coinvolte nel processo. Nasce con questo obiettivo il master “Il lavoro clinico e sociale con le famiglie accoglienti: affido e adozione”, frutto della collaborazione fra Istituto degli Innocenti di Firenze e Università Cattolica di Milano – Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli.
La proposta formativa è rivolta a professionisti che già lavorano nel settore – come assistenti sociali, educatori, neuropsichiatri, pedagogisti, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, sociologi – ma anche a tutti coloro che sono interessati all’approfondimento di tali tematiche a livello di studio e di ricerca o per nuovi inserimenti lavorativi. Si tratta di un master di II livello che si svolgerà dal 2009 al 2011, i candidati devono essere in possesso del titolo di laurea di vecchio ordinamento o laurea specialistica.
La specializzazione avrà inizio in novembre 2009 – e prevede un totale di 60 crediti formativi. I moduli formativi si svolgeranno nelle giornate di venerdì e sabato con cadenza mensile e le attività d’aula del master avranno luogo in parte presso la sede dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e in parte presso la sede dell’Istituto degli Innocenti di Firenze.
L’ammissione è per un numero massimo di 30 studenti e avverrà sulla base della valutazione del curriculum vitae del candidato. Le iscrizioni saranno aperte fino al 30 settembre 2009. Le domande di ammissione devono essere presentate secondo le modalità indicate sul sito www.unicatt.it/masteruniversitario allegando curriculum vitae, certificato di laurea e ogni altra documentazione utile ai fini della valutazione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Unistrapg laurea il presidente cipriota

Next Article

Ricerca Unicam pubblicata su Nature

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.