Master-izziamoci ad hoc

Il master universitario di primo livello in Economics of International Trade and European Integration, denominato con l’acronimo EITEI è dedicato ai laureati in economia

Il master universitario di primo livello in Economics of International Trade and European Integration, denominato con l’acronimo EITEI, è un programma di formazione professionale dedicato ai laureati in Economia che desiderano specializzarsi nei seguenti settori: ricerca universitaria, organizzazioni internazionali e governative, centri di ricerca delle banche, imprese internazionali.
Il master post-universitario EITEI, organizzato dalla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Bari, si focalizza sullo studio dell’economia nel campo dell’integrazione europea ed è incentrato sulla transizione economica in termini di analisi teorica ed applicata.
L’ambiente di studio e di ricerca, al quale partecipano studenti e docenti provenienti da diversi Paesi europei, nasce e si sviluppa in varie sedi: Università di Lille, Università di Staffordshire, Università di Anversa e Università di Praga.
Il master, della durata di un anno, attribuisce, alla conclusione del percorso formativo, 60 cfu. C’è la possibilità inoltre, di accedere a borse di studio Erasmus Mundus, erogate dalla Commissione Europea.
La scadenza per partecipare al master EITEI è il 15 aprile 2010. Altre informazioni possono essere visualizzate al seguente sito.
Un master rivolto a chi desidera respirare “flussi europei” nella consapevolezza di ricevere una formazione completa in grado di sviluppare nuove figure professionali di matrice economica.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Master and job allo YIF

Next Article

Residenze universitarie

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.