Master in robotica e automotive

Ideare robot e carrelli a guida automatica. Il mercato richiede sempre di più ingegneri meccanici, elettrici ed elettronici, ma con competenze che necessitano di specializzazioni post laurea.

Ideare robot e carrelli a guida automatica. Il mercato richiede sempre di più ingegneri meccanici, elettrici ed elettronici, ma con competenze che necessitano di specializzazioni post laurea. Per questo motivo per gli studenti neo diplomati e collaboratori esperti, che desiderano acquisire una formazione nel campo dei sistemi di ingegneria e controllo automatico, stanno nascendo diversi master, dedicati a chi vuole lavorare nell’industria automobilistica.

Il Politecnico di Torino, ad esempio, propone un master in Automatica e control technologies (MACT), volto a fornire sia la visione metodologica sulla modellazione, ottimizzazione e controllo di complessi sistemi dinamici, oltre che competenze tecnologiche su apparati industriali per l’attuazione di controllo. Il MACT offre ulteriori corsi con particolare attenzione alla applicazioni avanzate quali i sensori intelligenti, la gestione dell’energia, il controllo del rischio finanziario, sistemi di controllo automotive, aerospaziale sistemi di controllo, lavorazioni meccaniche di precisione, robotica mobile e reti industriali.

Il programma MACT si rivolge a studenti laureati che hanno completato un programma di studi in ingegneria, matematica, fisica, biologia, l’economia o settori correlati. Per seguire con profitto al Master, i candidati devono avere qualche informazione di base sui sistemi dinamici ed equazioni differenziali, e una certa conoscenza dell’algebra lineare, trasforma, probabilità e variabili stocastiche. I potenziali candidati devono avere buona padronanza della lingua inglese scritta e parlata. Tutte le lezioni saranno in lingua inglese.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Irlanda, opportunità dai 20 ai 28 anni

Next Article

Vivere in Europa premia

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.