Master in Critica Giornalistica

L’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” ha aperto le iscrizioni per accedere al Master in critica giornalistica. Il Master, istituito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Dipartimento per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica), fornisce un importante titolo di studio ed un’elevata specializzazione…

L’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” ha aperto le iscrizioni per accedere al Master in critica giornalistica. Il Master, istituito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Dipartimento per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica), fornisce un importante titolo di studio ed un’elevata specializzazione per coloro che vogliono entrare concretamente nel mondo del giornalismo e della gestione ed organizzazione degli uffici stampa dello spettacolo.

Il supporto della testata giornalistica Recensito consente a tutti gli allievi di sperimentarsi fin dalle prime lezioni d’aula, nell’attività giornalistica e nel ruolo di critico teatrale, cinematografico, televisivo e musicale seguendo eventi e manifestazioni nei maggiori teatri e nelle sale cinematografiche italiane. Sarà, inoltre, possibile seguire le conferenze stampa per le anteprime TV di Rai e Mediaset, nonché eventi internazionali come la Biennale di Venezia e il Festival del Cinema di Roma, il tutto in perfetta sintonia con la nostra convinzione che un mestiere lo si impara sul campo, vivendolo e sperimentandolo quotidianamente.

La partecipazione al master e il superamento dell’esame finale determina il rilascio del Diploma di Master di I livello in critica giornalistica ed il riconoscimento di 60 crediti formativi.

Attività Didattiche: il Master si svolge dal 07/02/2013 al 21/09/2013 per una durata complessiva di 1.500 ore (pari a 60 crediti formativi) suddivise in 220 ore di lezioni frontali in presenza, 500 ore di studio individuale, 600 ore di tirocinio giornalistico presso la testata giornalistica online “Recensito”, 180 ore di attività complementari (partecipazione a convegni, eventi culturali in genere, incontri e seminari volti ad approfondire le tematiche oggetto del master).

Principali materie del corso: Istituzioni di regia teatrale, Elementi di storia del teatro, Elementi di storia del cinema, Elementi di drammaturgia musicale, Elementi di regia televisiva, Elementi di storia del giornalismo ed Analisi del linguaggio giornalistico, Metodologia della critica teatrale ed analisi del testo drammaturgico, Metodologia della critica televisiva, Metodologia della critica cinematografica, Metodologia della critica musicale ed analisi della partitura del canto, Analisi del testo coreografico, Morfologia e critica della paraletteratura (fumetto, videogioco, cartoon), Teorie e tecniche della scrittura giornalistica, Etica, deontologia e principi fondamentali della professione giornalistica, giornalismo.

Modalità di iscrizione: le modalità per iscriversi sono espressamente riportate nella sezione Bando Ufficiale. Chiusure iscrizioni: 24 gennaio 2013

Borse di studio: 6 (la prima di €. 1.000,00, altre quattro di €. 500,00 e una €. 250,00), saranno assegnate, a rimborso, al termine delle attività didattiche, agli allievi migliori secondo la graduatoria finale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Due Nobel presentano ‘Alumni Federico II’

Next Article

Total black, la mostra

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.