Ma quando escono i calendari d'esame?!?

Riceviamo e pubblichiamo due segnalazioni arrivate in redazione dagli studenti del Suor Orsola Benincasa riguardo la pubblicazione delle date d’esame.
GENT.MI,
MI RIVOLGO A VOI PER LA RISOLUZIONE DI UN PROBLEMA CHE DA ANNI PERDURA NELLA MIA UNIVERSITa’. SE NON SI PUO’ RISOLVERE, SPERO ALMENO CHE TUTTI NE VENGANO A CONOSCENZA. NON E’ POSSIBILE CHE NOI STUDENTI DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE NON SIAMO ANCORA A CONOSCENZA DELLE DATE DEGLI ESAMI.
LA SESSIONE SI APRE IL 5 GIUGNO E NOI AD OGGI (12 MAGGIO) NON SAPPIAMO ANCORA COME ORGANIZZARCI PER SOSTENERE PIU’ ESAMI POSSIBILI. SE CHIEDIAMO AI RESPONSABILI, CI DANNO RISPOSTE VARIE MA CHE IN REALTA’ SONO INGIUSTIFICATE. PENSO A QUESTO PUNTO CHE CI SIA UNO SCOPO NEL RITARDARE NELLA PUBBLICAZIONE DELLE DATE, E MOLTO PROBABILMENTE E’ LEGATO AL RALLENTAMENTO DEI NOSTRI STUDI E QUINDI ALLA POSSIBILITA\’ DI GUADAGNARE DI PIU’. ESSENDO PRIVATA, DOVREMMO AVERE BENEFICI MAGGIORI RISPETTO ALLE ALTRE UNIVERSITA’ E INVECE NON E’ COSI’! CREDO DI NON ESSERE L\’UNICA A LAMENTARSI DI CIO’.
GRAZIE PER LA DISPONIBILITA’
E COLGO L’OCCASIONE PER SALUTARVI CORDIALMENTE.
Alessandra Galli
——————–
Gentilissimi Signori,
sono una studentessa dell’ Università Suor Orsola Benincasa e vi scrivo perché voglio porre all’attenzione di tutti la situazione che noi studenti di Scienze della Formazione viviamo. Il 5 giguno avrà inizio la sessione estiva degli esami e noi di Scienze dell’Educazione, Formazione primaria e Comunicazione non abbiamo ancora avuto le date degli esami.
Ciò a differenza della facoltà di Lettere, Scienze del Servizio Sociale e di Giurisprudenza che le date le hanno da molto di più di un mese (addirittua Giurisprudenza le ha da dicembre), avendo così la possibilità di organizzare bene gli esami da fare.
Noi studenti di Formazione è da più di un mese che studiamo, senza però avere la benché minima idea di quando avremo gli esami che stiamo preparando. Questa cosa ci reca molti danni, perché se avessimo le date almeno un mese/un mese e mezzo prima , sapremmo quale esame dare per primo in ordine di data.
Per questo ci siamo rivolti all’ufficio della nostra Università che si occupa della pubblicazione degli esami e ci è stato detto che noi siamo tanti e che gli esami sono tanti (a differenza di Giurisprudenza)…onestamente noi non vediamo alcuna attinenza tra il numero degli studenti e quello degli esami.
Inutile poi mandare email agli uffici competenti per protestare, perché non ci è stata rivolta alcuna attenzione e se ciò è avvenuto si è giocato a scarica barile (si davano la colpa l’un con l’altro). Noi paghiamo tre rate e non vediamo nessun servizio che giustifichi tutti quei soldi. Ci sentiamo dire dagli altri che gli esami ci vengono regalati e che abbiamo dei servizi privilegiati, ma vi posso assicurare che non è così.
Mi rivolgo a voi nella speranza che nel vostro giornale ci dedichiate un po’ di attenzione, sperando che la nostra Università si renda finalmente conto di quello che viviamo, portandoci finalmente un po’ di rispetto, anche indipendentemente dai soldi che paghiamo, ma come persone che vogliono costruirsi un futuro e che sono messi nella condizione di non riuscire a preparare in tempo gli esami e di andare di conseguenza fuori corso.
Cordiali saluti
Margherita De Gregorio

Total
0
Shares
11 comments
  1. Non posso fare altro che associarmi alla mail di protesta delle mie due colleghe!!!é veramente assurdo quello che succedendo..Non è possibile che a poco meno di un mese dalla sessione d’esami non sappiamo quali sono le date..quando pensano di dircelo il giorno prima? Spero quantomeno che possano rendersi conto x il futuro..

  2. Concordo assolutamente anche io a questa protesta…io sinceramente, come penso molte di noi, non sappiamo dove sbattere prima la testa ci troviamo in un a situazione RIDICOLA, SCANDALOSA E PENOSA!!!!

  3. Mi accodo alle proteste. E’ scandaloso che la nostra università (nonostante i soldi in più che paghiamo), oltre ad essere molto poco organizzata, a non fornire appelli straordinari (per fuori corso e non), non ci fornisca neanche in tempo le date degli esami, com’è possibile organizzarsi con meno di un mese di tempo??

  4. era ora che qualcuno si lamentasse “ufficialmente”. è indecente che i corsisti conoscano le date degli esami con largo anticipo mentre i non corsisti siano svantaggiati anche in questo. del resto in facoltà sanno benissimo che ci sono molti studenti lavoratori che devono conciliare date di esami e lavoro.
    inoltre è da dirsi che negli anni scorsi si è cercato anche di avere più sessioni di esami, ma inutilmente. tutti i professori concentrano gli esami tra la metà di giugno e inizio luglio (non parliamo della sessione di settembre ed ottobre, con esami a distanza di 10 giorni)e poi si lamentano della scarsa preparazione degli studenti, il che può essere anche vero, ma molti non andrebbero semplicemente a tentare gli esami se avessero la possibilità di recuperare gli esami mancanti anche in mesi come aprile oppure a novembre. è così difficile da capirlo questo?

  5. Concordo totalmente,
    siamo in condizioni davvero assurde, non c’è nessun interesse per noi studenti, e soprattutto nessun rispetto.
    Oltretutto paghiamo tasse estremamente elevate rispetto alle altre uni, credo che per quello che paghiamo potrebbero aggiungere un bel pò di personale che dia una mano all’inserimento delle date se trovano tutta questa difficoltà!

  6. Oggi finalmente, sono state pubblicate le “attese date”. Ma manca ancora qualcuna e chissà quanto altro ancora aspetteremo per averle complete tutte (mi riferisco a quelle di settembre-ottobre).

  7. concordo anch’io… le date sono uscite oggi, e cioè una ventina di giorni prima dell’inizio degli esami, ed adesso mi ritrovo a dover sostenere due esami lo stesso giorno semplicemente perchè ho avuto la “fortuna” di decidere di cominciare a preparare proprio quegli esami…
    Non si può andare avanti così… ci dovrebbe essere più organizzazione nella nostra università per tutto quello che paghiamo e invece… è solo una continua delusione…

  8. Altra cs da aggiungere è ke ovviamente come al solito , la sessione parte il 5 giugno e finisce il 25 luglio, ma tutti i secondi appelli (quelli del mese di luglio) sono stati posti nei primi giorni, questa è un’altra cosa che ci danneggia, perchè se fossero più lontante le date, potremmo fare molti più esami. Sappiamo che i prof devono andare in vacanza, ma non si credano che un desiderio solo loro…esistiamo anche noi studenti…che rabbia!!!

Lascia un commento
Previous Article

La Maturità di Alessandro Siani

Next Article

Posti tra le borsette, solo per informatici

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".