Lucia Azzolina dice che la scuola non ha mai abbandonato gli studenti

foto IPP/picture alliance roma 26-06-2020 conferenza stampa del consiglio dei ministri sulle linee guida per la riapertura della scuola a settembre nella foto il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina WARNING AVAILABLE ONLY FOR ITALIAN MARKET

Istituito un Fondo di emergenza coronavirus da 1 miliardo

Il governo ha istituito presso il ministero dell’Istruzione di “un apposito fondo per l’emergenza epidemiologica da Covid-19, da 1 miliardo di euro, allo scopo di adottare le opportune misure per la riapertura delle istituzioni scolastiche”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina nel corso dell’audizione in Commissione Istruzione pubblica del Senato sulle iniziative di competenza del suo Dicastero connesse all’emergenza epidemiologica Covid-19 e sull’avvio del prossimo anno scolastico. “La scuola non ha mai abbandonato le studentesse e gli studenti. La scuola ha risposto in maniera solida e coesa, dimostrando senso di appartenenza, di responsabilità e disponibilità senza precedenti ad operare in emergenza”, ha aggiunto.

“Nel mese di settembre 2020, le attività didattiche riprenderanno in presenza e in sicurezza su tutto il territorio nazionale” ha assicurato il ministro . “Le singole scuole saranno chiamate ad operare nel rispetto di un complesso equilibrio tra sicurezza, benessere socio-emotivo di studenti e personale scolastico, qualità dei contesti e dei processi di apprendimento e rispetto dei diritti costituzionali alla salute e all’istruzione”, ha spiegato sottolineando che “il loro lavoro sarà accompagnato dall’Amministrazione centrale e periferica e dagli Enti Locali”.

askanews

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gucci Beauty sceglie Ellie, modella con sindrome di down

Next Article

Addio trolley a mano in aereo per contrastare Covid

Related Posts
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".
Leggi di più

Covid, in arrivo nuove regole a scuola: Ffp2 gratis per gli studenti in autosorveglianza e stop ai certificati medici per tornare in classe

In arrivo un nuovo decreto per cercare di semplificare e uniformare le regole sui contagi a scuola. Si cercherà di alleggerire il carico dei tamponi sia alle famiglie che alle Asl abolendo l'obbligo, oggi in vigore per le scuole primarie, quando c'è soltanto un caso positivo nel gruppo classe. E alle superiori per tornare in classe non servirà più il certificato medico ma solo un tampone rapido.