Lazio Creativo, al via il programma della Regione per sostenere la creatività: 4,5 milioni di euro in 3 anni

 

laziocreativo2

Si chiama Lazio Creativo il piano messo a punto dalla Regione Lazio che pone la creatività al centro di un disegno programmatico e mira a realizzare tre obiettivi principali: rafforzare la “classe creativa” del Lazio; sostenere e incentivare l’impresa creativa; costruire spazi di accoglienza e promozione della creatività. Due le iniziative concrete che prendono avvio da subito: in primo luogo l’attivazione per la prima volta del Fondo per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative con cui la Regione stanzia, attraverso avvisi pubblici, 4,5 mln di euro per il triennio 2014/2016 (1,5 mln per ogni anno).

Il primo bando sarà on line il prossimo 3 luglio 2014 e mette a disposizione 1,5 mln per sostenere la nascita e lo sviluppo di imprese nei seguenti settori: arti e beni culturali, architettura e design, spettacolo dal vivo e musica, audiovisivo, editoria.  Il bando si rivolge, con un contributo massimo di 30mila euro, alle imprese nate da non più di 6 mesi e ai cittadini che sottopongono un’idea imprenditoriale e che, in caso vincano il bando, hanno il tempo di costituirsi in impresa. Le domande potranno essere inviate dalle ore 9.00 del 14 luglio 2014 alle ore 18.00 del 30 settembre 2014.

Una novità è costituita dal fatto che il bando facilita nei punteggi gli under 35 e gli over 50 in situazioni di difficoltà lavorativa. In secondo luogo, la presentazione in anteprima, da parte del presidente Nicola Zingaretti, del logo LazioCreativo che si potrà scaricare al link seguente: https://www.regione.lazio.it/laziocreativo. Il segno di un’immagine coordinata e identificabile come marchio di eccellenza della Regione Lazio.

Nel corso dei prossimi anni la Giunta Zingaretti si impegna a realizzare un “portale della creatività” per la messa in rete di progetti, luoghi, opportunità e iniziative legate a questo tema; e una pubblicazione di sintesi delle più interessanti realtà regionali, una sorta di vera e propria mappatura delle diverse forme di espressione della creatività del Lazio. Previsto, inoltre, l’impegno a organizzare una serie di Giornate della creatività che saranno occasione di riconoscimento per le eccellenze regionali, ma anche luogo di confronto internazionale e di stimolo per nuove iniziative. Al mondo della piccola e media impresa questa giunta garantirà sostegno nello sviluppo, nell’avviamento e nell’internazionalizzazione, affidando ai creativi del Lazio, già affermati sul mercato, o ai talenti emergenti, un ruolo di guida e affiancamento. Nell’ambito di queste azioni, una parte rilevante viene riconosciuta alla realizzazione di spazi creativi, dal coworking alle residenze per artisti, alle industrie creative: per questo sarà avviata una mappatura dei luoghi disponibili sulla totalità del territorio della Regione Lazio.

All’interno di LazioCreativo rientrano anche due bandi, al momento in corso, Cultura Futura e New Book, promossi dall’Assessorato allo Sviluppo Economico e Attività produttive e destinati ai giovani ‘creativi digitali’, entrambi con scadenza al 15 luglio 2014 (www.regione.lazio.it/europaimprese/creatividigitali/):

·   Cultura Futura (800mila euro): bando col quale si vuole promuovere progettazione e sviluppo di applicativi e software per la valorizzazione e la fruizione innovativa del territorio, dei beni e dei servizi culturali, di mostre e spettacoli dal vivo (contributo massimo 40mila euro);

·  New Book – Editoria digitale (800mila euro): bando destinato alla valorizzazione dei cataloghi delle case editrici e alla creazione di prodotti con contenuti innovativi (contributo massimo 40mila euro).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

MIUR, 4 milioni di euro per scuole, pubblici e privati: l'obiettivo è diffondere la cultura scientifica

Next Article

Scavi di Pompei, bandi per 57 posti di lavoro

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.