Scavi di Pompei, bandi per 57 posti di lavoro

scavi di pompei

57 posti di lavoro agli scavi archeologici e al museo di Pompei. Sono stati pubblicati i bandi rivolti a diplomati e laureati. La società di riferimento è l’Ales – Arte Lavoro e Servizi SPA, società in house del MIBACT, che ha l’incarico di supportare il Ministero nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale a Pompei.

La società ha pubblicato 13 bandi finalizzati al reclutamento di 57 candidati. L’esperienza varia in base ai ruoli richiesti. Il contratto di lavoro è a tempo determinato. La selezione avverrà tramite delle prove scritte e test tecnici a risposta multipla, con colloqui conoscitivi a carattere tecnico-motivazionale.

Possono partecipare ai concorsi i candidati di cittadinanza italiana o di un Paese dell’Unione Europea. E’ fondamentale, inoltre,  non essere stati destituiti o dichiarati decaduti da un pubblico impiego.

ECCO TUTTI I POSTI A CONCORSO

– n. 30 Addetti per l’assistenza al pubblico e la vigilanza; n. 6 Addetti ufficio amministrativo gare e appalti; n. 1 Addetto Ufficio Contenzioso. n. 1 Assistente ESPI; n. 2 Esperti area web; n. 3 Fabbri – Manutentori cancelli; n. 2 Geometri per monitoraggio stato avanzamento lavori; n. 3 Operatori amministrativi per rendicontazioni amministrative; n. 1 Operatore ESPI; n. 3 Operatori Ufficio Contenzioso; n. 1 Responsabile Gestione Operativa; n. 1 Supervisor; n. 3 Tecnici informatici.

La domanda di partecipazione, comunque, va inviata entro l’11 luglio 2014. Per leggere i bandi e avere altre informazioni è possibile candidarsi sul portale ufficiale dell’azienda, alla sezione  Lavorare in Ales .

 

LEGGI ANCHE:

Bruxelles chiama i tirocinanti, 700 posti e 1000 euro al mese

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lazio Creativo, al via il programma della Regione per sostenere la creatività: 4,5 milioni di euro in 3 anni

Next Article

Dispersione scolastica: allarme rosso in Sicilia e Sardegna

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.