Lavoro, incontro all’università tra domanda e offerta

Job cafè udine

Giovedì 6 giugno alle 9.15 nella sala Tomadini del polo economico-giuridico dell’ateneo, in via Tomadini 30 a Udine, appuntamento con il Job Cafè dell’Università di Udine. La giornata ha l’obiettivo di far incontrare, per valutare possibili collaborazioni, laureandi e laureati con il Gruppo Servizi CGN di Pordenone, Gruppo che ha creato il primo network telematico di professionisti. A questa attività si affianca quella del Centro Studi CGN il cui team si dedica allo studio e all’approfondimento delle materie giuridico-tributarie, societarie, aziendalistiche e giuslavoristiche.

L’incontro è aperto a laureandi e laureati dei corsi di studio in giurisprudenza, economia e commercio, informatica e ingegneria informatica, tecnologie web e multimediali. La partecipazione è libera, ma è gradita la preiscrizione da inviare tramite e-mail all’indirizzo [email protected]. Per informazioni, telefonare al numero 0432 556215.

In apertura di giornata, alle 9.15, Cristina Nosella, responsabile sviluppo del Gruppo Servizi Cgn, presenterà l’azienda. Dalle 10 alle 13  saranno raccolte le candidature e, a seguire, si svolgeranno gli incontri e i colloqui con gli studenti e i laureati. Dalle 14 alle 16 si svolgerà l’assessment center, laboratorio per la verifica e valutazione delle capacità e attitudini a svolgere un determinato lavoro.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Si fingevano cavalieri di Malta e assicuravano l'ingresso ai clandestini. Arrestato anche un prof universitario

Next Article

Lo scherzo più contagioso del mondo: uno sbadiglio fa il giro delle metropoli

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".