Lavorare con i videogames: stage retribuito con la Goodgames Studios

lavoro videogame

Lavorare con i videogamesLa famosa azienda di giochi online cerca giovani italiani per assistenza alla sua community di appassionati. Offerta di 6 mesi ad Amburgo a 450 euro mensili. Unico requisito: ottima conoscenza dell’inglese orale e scritto

 

Stage retribuito di sei mesi ad Amburgo con la Goodgames studios, l’azienda tedesca diventata famosa grazie a giochi online come Empire o Big Farm.

L’offerta è rivolta a giovani italiani, con buona conoscenza della lingua inglese orale e scritta, intenzionati a intraprendere un’esperienza di lavoro in Germania.

Non sono richiesti particolari titoli di studio né esperienze pregresse nel settore; i candidati potranno scegliere il periodo in cui avviare lo stage che durerà, comunque, sei mesi e verrà retribuito con 450 euro mensili.

I ragazzi selezionati dovranno interagire direttamente con i clienti dell’azienda: le migliaia di utenti che utilizzano quotidianamente i giochi della Goodgames. I tirocinanti, quindi, dovranno comunicare con i giocatori tramite diversi canali (email, forum, chat, etc.); saranno tenuti a conoscere tecnicamente i giochi dell’azienda, così da poter rispondere a qualsiasi richiesta degli utenti e dovranno cooperare con altri dipartimenti della Goodgames, come designer e programmatori, per segnalare qualsiasi problema riscontrato dalla comunità dei giocatori.

Per partecipare alla selezione bisogna inviare curriculum vitae e lettera di presentazione, entrambi in inglese, all’attenzione di Lena Boge, attraverso il form del sito Scambieropei.com.

Goodgame Studios è una delle compagnie di giochi online più attive in Europa. Grazie a più di 500 dipendenti, impiegati nella sede tedesca ad Amburgo, riesce a raggiungere un bacino di 150 milioni di giocatori, in 200 paesi diversi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Decreto Scuola, la reazione di Link : "Non bastano le promesse, l'11 in piazza"

Next Article

Lo sconcerto tra Cervantes e quiz sul prosciutto. "Test falsati, non si cambiano le regole così"

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.