Lavazza: Concorso di product design con premi in denaro

Lavazza vi invita a progettare due prodotti che saranno posizionati su tavoli o altre superfici di aree ristoro (Table-Top Products), sale riunioni e altri spazi all’interno di luoghi di lavoro, hotel, ecc.. in prossimità di una macchina da caffè (OCS, office coffee system).

Si tratta di

  • una docking station, su cui è possibile posizionare la macchina da caffè, alcune tazzine e che presenta un vano contenitore richiudibile per altri prodotti e accessori legati al consumo del caffè (capsule, bustine di zucchero, cucchiaini, ecc..);
  • un organizer, un elemento posizionato accanto alla macchina da caffè, che conterrà una serie di prodotti e accessori legati al consumo del caffè (capsule, bustine di zucchero, cucchiaini, ecc..).

Il concorso è un concorso di design del prodotto e invita i partecipanti a realizzare i progetti per le due tipologie di prodotto. L’insieme degli elementi dovrà essere concepito come una design composition.

Da un punto di vista stilistico, l’estetica dovrà essere curata e compatibile con quella delle macchine da caffè che saranno associate al prodotto. Per quanto riguarda i materiali da utilizzare invece, sono richiesti materiali ecosostenibili e green.

La partecipazione è gratuita e aperta a persone qualsiasi nazionalità, di età uguale o maggiore ai 18 anni. I partecipanti potranno presentare uno o più progetti.

Il vincitore otterrà un premio di 3000 euro. Si offre un’ulteriore possibilità a tutti i partecipanti fissando un compenso di 1800 euro per l’acquisto della licenza per lo sfruttamento economico dei progetti non riconosciuti come proposte vincitrici.

BANDO

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cisco: 500 borse di studio per diventare “Cyber-Defender”

Next Article

Maxi focolaio Covid in una scuola nel Napoletano. De Luca: "Causato da figli di genitori No Vax"

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".