La Sapienza sceglie il nuovo rettore

univ_logo_new2.gifInizia oggi la corsa alla poltrona di rettore dell’Università La Sapienza di Roma. Le votazioni proseguiranno fino al 26 settembre, e se per alcuni è già dato per scontato il risultato, per altri la partita è ancora tutta da giocare. In palio c’è la guida al vertice del più grande campus d’Europa, per il quadriennio 2008-2012.
Fra i favoriti spicca il nome di Luigi Frati, preside da sedici anni della Facoltà di Medicina, oltre che prorettore vicario durante l’ultimo mandato di Renato Guarini. “Credo che sarò eletto” ha ammesso in più di un’intervista.
Il ‘vecchio’ rettore d’altra parte, spera che il suo successore si ponga alla guida dell’ateneo secondo uno spirito di sostanziale continuità rispetto al passato: in termini sia di rafforzamento dell’identità culturale della Sapienza, che di impegno al completamento del processo edilizio.
Gli altri candidati in gara sono: Francesco Avallone (Psicologia); Luigi Campanella (Scienze); Piero Marietti (Ingegneria); Guido Martinelli (Fisica); Gianni Orlandi e Fabrizio Vestroni (entrambi di Ingegneria); Alberto Zuliani (Economia).
Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Borsa Calamandrei riservata ai giuristi

Next Article

Alta formazione, Italia indietro

Related Posts
Leggi di più

Elezioni, come si vota domenica 25 ed evitare di sbagliare

Le schede elettorali del 25 settembre, quella rosa per la Camera, la gialla per il Senato. Si vota tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale anche ai fini dell'elezione del candidato nel collegio uninominale e a favore della lista nel collegio plurinominal.