La rassegna stampa di venerdì 5 giugno

Scuola, Università Ricerca: le notizie della giornata, selezionate per voi dalla redazione di CorriereUniv.
Il Corriere della Sera – Scrutini il sabato sera e la domenica. La risposta dei presidi allo sciopero – La proposta di alcuni dirigenti scolastici del torinese per aggirare il blocco degli scrutini annunciato da docenti e sindacati.
Il manifesto – Fiaccolate, cortei e notti bianche contro il DDL Renzi – Docenti in piazza in almeno 100 città d’Italia. A lume di candela, con cartelli e striscioni, i professionisti della scuola provano a fermare la riforma del duo Renzi-Giannini.
Corriere della Sera – Severgnini: “Le gite devono restare scolastiche” – Dal blog Italians, Beppe Severgnini risponde alla lettera di una studentessa e spiega perché e come le gite dovrebbero rimanere una componente fondamentale del rapporto insegnante-alunni.
Alto adige – L’universita italiana dimenticata – Lo sfogo di Paolo Pombeni sul disinteresse del Miur e del ministro Giannini rispetto al mondo dell’Università, trascurato negli ultimi tempi in cui al centro del dibattito è finita la riforma della scuola.
Corriere della sera – Via libera al viagra per le donne – L’ente americano per il controllo su droghe e farmaci ha dato il via libera alla produzione del flibanserin, uno stimolante della libido femminile analogo al viagra per gli uomini.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Blocco scrutini, tensione coi presidi: "Sospesi permessi per ferie"

Next Article

Almalaurea: in 6 anni lo stipendio dei neolaureati si è ridotto del 20 %

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".