La rassegna stampa di giovedì 09 luglio

Scuola, Università Ricerca: le notizie della giornata, selezionate per voi dalla redazione di CorriereUniv.
La Stampa – Scuola, la riforma al traguardo. Oggi ultimo voto alla Camera – Arriverà oggi il voto finale sulla riforma della scuola: il DDL proposto dal Ministro Giannini sarà legge nonostante le polemiche di opposizione, sindacati e docenti.
Corriere della sera – Apprendistato, i nuovi sgravi per farlo ripartire – Come funziona il nuovo apprendistato? Quali le agevolazioni economiche destinate a giovani e aziende? Il focus del Corriere della sera.
Tempi – Prof, un mestiere ad alto rischio – Aumento di rischio di patologie psichiatriche e oncologiche: fare l’insegnante è un mestiere più duro di quanto potrebbe sembrare.
la Stampa – “Precaria da trent’anni pur di restare in Sicilia Ora mi trasferiranno – La storia di Emma Giannì, docente a Sciacca e precaria da quasi 30 anni pur di non lasciare la sua terra, ma che sarà costretta al trasferimento con le nuove norme.
Corriere della sera – Il club dei piccoli geni – Non è un semplice campo estivo, ma una vera e propria summer school dedicata a bambini e ragazzi. Tra esperimenti ludici e ricerca scientifica, l’esperimento che prova a scovare talenti in vacanza.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A Camerino, i Rettori italiani firmano la nuova Carta Europea dei Ricercatori

Next Article

Papa Francesco agli universitari: "Il tempo di studio non è un diritto, ma un privilegio"

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.