Al via la notte bianca dei ricercatori

image_preview.jpgLa notte di giovedì 24 settembre rappresenterà un momento di incontro tra i cittadini di Trieste e il mondo della scienza. Il progetto Prosit (acronimo di “Project for science in Trieste”) è il  vincitore del bando indetto dalla Commissione europea (VII Programma Quadro) per la “Notte dei ricercatori 2009”.

L’iniziativa nasce dalla cooperazione tra i  partner del Protocollo d’Intesa concordato due anni fa, tra il Comune di Trieste e illustri enti di ricerca. Ruolo di coordinatore, l’Università di Trieste.

La manifestazione, promossa dall’alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero Affari Esteri e del MIUR mira a fare conoscere il valore del lavoro di ricercatore e i suoi piani di applicazione in un contesto informale e divertente a un vasto pubblico, in particolare quello giovanile.

Tra le attività previste per la notte “bianca” dei ricercatori:passeggiate guidate da storici dell’arte, proiezioni di film a tema scientifico, Science agora dove gli scienziati presentano le loro ricerche e le possibili ricadute sulla vita quotidiana; organizzazioni di giochi per bambini. Ogni generazione avrà modo di confrontarsi con la scienza a seconda della propria età e formazione attraverso un immaginario percorso di esperimenti, prototipi e spettacoli.

L’edizione 2009 prevede il concorso Designer di domani: immagina il poster pubblicitario della Notte dei ricercatori 2010. I tre migliori poster “triestini” verranno inviati alla Commissione Europea che selezionerà il futuro poster 2010. I vincitori “triestini” avranno comunque diritto ad un premio, mentre il resto dei lavori dei partecipanti saranno esposti all’interno di una mostra.

La premiazione del corso si svolgerà in piazza Unità, punto di raccordo del luminoso evento notturno.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Assunzioni in Banca da Nord a Sud

Next Article

Social Network, rete per il lavoro

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.