La European Union Youth Orchestra seleziona musicisti

Il progetto della European Union Youth Orchestra (EUYO)  coinvolge ogni anno circa 120 giovani strumentisti provenienti da tutti i paesi dell’Unione Europea che dopo le selezioni hanno l’opportunità di partecipare a tournée internazionali nelle più prestigiose sale da concerto. Ogni paese cura tempi e modi di accesso: in Italia, le selezioni sono curate dalla Rai e svolgeranno in due fasi.

La prima  è realizzata online: saranno valutati i video inviati, uno per ogni candidato al contest,  che saranno allegati alla domanda insieme il link del video pubblicato sulla piattaforma su Youtube. La sessione finale prevede una verifica on line nei mesi di  Novembre o Dicembre.

La partecipazione alle selezioni è aperta a strumentisti di flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno, tromba, trombone, tuba, strumenti a percussione, arpa, tastiere, violino, viola, violoncello e contrabbasso. Sarà valutata la capacità di suonare strumenti affini quali ottavino, corno inglese, clarinetto basso, clarinetto in MIb, controfagotto.

Possono partecipare alla selezione i candidati che abbiano un’età compresa fra i 16 e i 26 anni alla data del 31 dicembre 2021, che siano nati, abbiano la residenza o siano impegnati in un percorso di studi in uno dei 27 stati componenti dell’Unione Europea.

Il termine per inviare le candidature è il 30 settembre 2021. Per saperne di più cliccare qui

Italy

The deadline to apply for the Italy auditions is 30 September.
You must submit a video audition and there will be two rounds. The first round video will be judged by one, two or several jurors provided by the local Italian organiser. Results from the first round audition will be sent out in the second half of October. The second round online audition will be in November or December and you will be sent your audition time in late October. Questions? Please contact Alexia Higgs
Please apply HERE

Il conservatorio è una scuola di musica di grado universitario specializzata nello studio della musica.

In Italia appartiene al comparto dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) e può rilasciare il diploma accademico di primo livello (equipollente a tutti gli effetti alla laurea) e il diploma accademico di secondo livello (equipollente a tutti gli effetti alla laurea magistrale).

Le aree accademiche sono articolate in molteplici indirizzi: esecutivo (canto o strumenti), compositivo, della direzione d’orchestra, della direzione di coro, della musica classica, del jazz, della musica elettronica, della didattica della musica, per la formazione artistico-professionale di cantanti, strumentisti, compositori, direttori (di coro e d’orchestra), insegnanti, tecnici del suono.

Scarica la Guida completa

Total
17
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Messa, annulleremo le domande sbagliate dei test di Medicina

Next Article

Vuoi raccontare le notizie della tua università? Corriereuniv.it cerca giovani collaboratori

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.