La depressione in età avanzata può provocare demenza senile

La depressione che si manifesta molto avanti nell’eta’ aumenta il rischio di demenza. La ricerca dell’Universita’ di Amsterdam e’ stata pubblicata sulla rivista Archives of Neurology. Gli studiosi hanno scoperto che la depressione, oltre i 65 anni di eta’, ha una correlazione con la comparsa di sintomi di lieve peggioramento cognitivo e aumenta il rischio di ammalarsi di demenza. I ricercatori hanno coinvolto nello studio 2.160 soggetti.

”Abbiamo scoperto che la depressione era legata a un maggiore rischio di lieve peggioramento cognitivo e di demenza”, ha spiegato Edo Richard, che ha condotto lo studio. Una depressione di base era associata con prevalente lieve peggioramento cognitivo e con demenza indicente, ma non con lieve peggioramento cognitivo incidente. I pazienti con una coesistente depressione e lieve peggioramento cognitivo avevano anche un piu’ alto rischio di progresso verso la demenza, soprattutto verso la demenza vascolare, ma non verso l’Alzheimer.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Partono i saldi, occhio alla truffa: ecco il vademecum per i consumatori

Next Article

Per tornare in forma dopo le feste: 30 secondi di sport al giorno

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale