Jobsick, la prima webserie dedicata ad improbabili annunci di lavoro

Schermata 2013-01-31 a 12.31.56

Trae spunti da annunci paradossali realmente pubblicati su internet, la trama della web-serie italiana “JobSick”, scritta e diretta da Eros Tumbarello e Beatrice Miano.

L’idea di creare episodi basati su notizie reali lette sul web era già stata sviluppata dalla webserie americana INST MSGS. Ora, però, grazie all’intraprendenza di due giovani, arriva in Italia.

I registi di JobSick hanno creato una loro sit, con un budget praticamente inesistente e con la collaborazione di alcuni amici. Si servono soltanto di una pagina Facebook per promuovere la serie.
Niente televisione, niente sito internet, niente spese. Ma stanno avendo un discreto successo.

Sul gruppo facebook, gli autori raccolgono anche alcuni annunci paradossali che vengono davvero pubblicati su internet nel mondo, come:“cerco idraulico per posare delle tubature di scarico in geberit. Offro compenso di 8 euro all’ora. Pago in contanti”.
Oppure: “Mestieri del futuro: testatori di scivoli d’acqua. E’ richiesta laurea triennale in divertentismo con specializzazione in giochi bagnati. Una buona resistenza della pelle alle rughette sulle dita da immersione prolungata verrà considerata titolo preferenziale”.

La descrizione è quella di un mercato del lavoro paradossale, che produce annunci improbabili ma tragicamente reali .
Ecco uno dei primi episodi della serie, il cui titolo è “Stagisti”.
https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=wgIGxfZZEPU
AZ 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

600 euro per 42 tirocini negli uffici giudiziari

Next Article

Due terzi dei fumatori infartuati, riprende a fumare dopo 1 anno

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass. 
Leggi di più

Processo Regeni, blocco per “avvisare gli accusati delle imputazioni”

La palla ripassa al gup. Gli imputati irreperibili non hanno comunicato il domicilio e non possono essere così avvisati delle imputazioni. Nuova rogatoria avviata per le ricerce, la famiglia alla stampa: "Scrivete i loro nomi ovunque perché non possano sostenere di non sapere"