600 euro per 42 tirocini negli uffici giudiziari

Schermata 2013-01-31 a 12.27.40

La Provincia di Brescia, insieme ai tribunali e all’Ordine degli avvocati, destinerà una dote di 600 euro mensili a ben 4 neolaureati che potranno entrare come tirocinanti negli uffici giudiziari della città, lavorando a stretto contatto con i magistrati.

L’idea è nata all’interno del progetto di inserimento lavorativo “Concretamente”. Lo scorso anno, però l’iniziativa aveva avuto scarso successo.

Non erano stati in tanti a fare domanda, in quell’occasione.
Erano state assegnate, infatti, soltanto 30 doti su 60.

“Deve essere chiaro a tutti che non si viene negli uffici giudiziari a fare fotocopie o a spingere carrelli ma per imparare una professione in un luogo dove si svolgono procedure delicate, prendendo coscienza non solo di cosa significhi amministrare la giustizia, ma anche imparando sul campo-almeno in parte- il mestiere”, ha tenuto a specificare il presidente della Corte d’Appello di Brescia, Graziana Campanato.

E non è tutto: il tirocinio avrà anche validità ai fini della pratica.

Potranno fare domanda anche quei neolaureati che provengono dalla facoltà di economia, ingegneria e servizio sociale.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ca' Foscari: nasce la prima biblioteca digitale

Next Article

Jobsick, la prima webserie dedicata ad improbabili annunci di lavoro

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.