Ca’ Foscari: nasce la prima biblioteca digitale

Schermata 2013-01-31 a 12.13.22

Nasce la biblioteca digitale di Ca’ Foscari: 5 biblioteche in una, accesso diretto a tutte le risorse digitali dell’ateneo veneziano (cataloghi, periodici, libri, documenti, e-book, banche dati, deposito istituzionale delle tesi) consultabili e scaricabili comodamente da casa da PC e dispositivi mobili come tablet, i-phone, smartphone. BdA e’ la Biblioteca Digitale di Ateneo – in italiano e in inglese, il portale per la ricerca bibliografica che interroga simultaneamente le risorse cartacee ed elettroniche disponibili a Ca’ Foscari, il cui portale e’ accessibile dal nuovo sito del Sistema Bibliotecario d’Ateneo (SbA) www.unive.it/sba.

“Si arricchisce oggi di un nuovo tassello l’offerta di servizi che il nostro ateneo mette a disposizione dei suoi studenti – commenta il rettore, Carlo Carraro – spaziare facilmente sulle risorse bibliografiche dell’intero sistema bibliotecario di Ca’ Foscari e’ infatti un beneficio in piu’ per la comunita’ cafoscarina, in primis per studenti e ricercatori che hanno ora modo di accedere simultaneamente a piu’ testi dimezzando i tempi della ricerca a vantaggio dei tempi di studio. La possibilita’, inoltre, di accedere alle risorse bibliografiche dal proprio cellulare o tablet e’ una ulteriore, utile, opportunita’ sulla strada della semplificazione e della rapidita’ di accesso ai contenuti. Dopo la digitalizzazione delle tesi e dei libretti di laurea e della casa editrice d’ateneo, Ca’ Foscari prosegue dunque sulla strada della tecnologia e dell’innovazione per migliorare e modernizzare la propria offerta di servizi”.

I servizi offerti dal Sistema Bibliotecario d’Ateneo sono tutti riportati on line in un link dedicato dove gli utenti possono avere ogni informazione su sedi, orari e contatti delle biblioteche, consultazioni e prestiti, atti e regolamenti. Il Rettore di Ca’ Foscari Carlo Carraro spiega: ”Si arricchisce oggi di un nuovo tassello l’offerta di servizi che il nostro ateneo mette a disposizione dei suoi studenti – afferma Carraro – spaziare facilmente sulle risorse bibliografiche dell’intero sistema bibliotecario di Ca’ Foscari e’ infatti un beneficio in piu’ per la comunita’ cafoscarina, in primis per studenti e ricercatori che hanno ora modo di accedere simultaneamente a piu’ testi dimezzando i tempi della ricerca a vantaggio dei tempi di studio. La possibilita’, inoltre, di accedere alle risorse bibliografiche dal proprio cellulare o tablet e’ un ulteriore, utile, opportunita’ sulla strada della semplificazione e della rapidita’ di accesso ai contenuti . Dopo la digitalizzazione delle tesi e dei libretti di laurea e della casa editrice d’ateneo, Ca’ Foscari prosegue dunque sulla strada della tecnologia e dell’innovazione per migliorare e modernizzare la propria offerta di servizi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ruba 5 dollari ad un compagno di classe. Bimbo di 7 anni finisce in cella

Next Article

600 euro per 42 tirocini negli uffici giudiziari

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.