Istruzione, con Rossi Doria un’altra chance

Marco Rossi Doria è il nuovo sottosegretario all’istruzione
Marco Rossi Doria

Con le cerimonie di giuramento dei viceministri e sottosegretari che si sono tenute ieri, l’esecutivo del Governo Monti è al completo.

Sottosegretario all’istruzione, ministero retto da Francesco Profumo, il napoletano Marco Rossi Doria, una nomina che ha suscitato sentimenti di fiducia e condivisione nel mondo dell’istruzione, del volontariato e della prevenzione al disagio sociale.

Maestro elementare a soli 21 anni, Rossi Doria si è occupato di soluzioni per contrastare la dispersione scolastica o – per meglio dire – promuovere l’istruzione in quanto dono per se stessi come direbbe l’assessore comunale alla Scuola Anna Maria Palmieri e fu nominato primo maestro di strada d’Italia con il progetto Chance, una scuola innovativa di avvio alla formazione professionale nata a Napoli ma sopravvissuta solo dodici anni a causa di scarsezza di fondi o malefatte come dice il maestro di strada Cesare Moreno che commenta così su fb la nomina del neo sottosegretario all’istruzione: “è un segnale chiaro di attenzione agli esclusi della scuola, ai giovani, alla formazione professionale. Noi ci auguriamo vivamente che a questo segnale possano fare seguito azioni efficaci. Sappiamo quanto sia difficile un cambiamento degli indirizzi di un grande ministero con una grandissima inerzia, ma sopratutto quanto sia difficile cambiare in un contesto in cui la cultura in genere e la cultura degli insegnanti attivi è stata distratta o inadeguata rispetto a problemi centrali quali la dispersione scolastica, la formazione professionale, il lavoro educativo nella scuola, la missione civile della scuola”.

Total
0
Shares
1 comment
  1. mi sembra una buona nomina quella di Rossi Doria, speriamo darò spazio a quelle realtà che normalmente faticano ad avere considerazione dalle istituzioni, nonostante le grandi competenze e il grande lavoro svolto. fuori le lobbi e dentro le competenze!!

Lascia un commento
Previous Article

Napo, la banconota del Comune

Next Article

Marrelli: "innovare e snellire"

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.