Inaugurato il Polo giuridico economico

Inaugurata la nuova sede dell’ Università Parthenope a Monte di Dio: Palazzo Pacanowski. Il Polo assemblerà a Napoli le facoltà di economia e giurisprudenza.

Ventisei aule, più di duemila posti, otto sale di ricerca, quattro laboratori di informatica, sette sale riunioni e due studio, biblioteche, mensa e internet cafè. E’ questa la composizione della nuova sede dell’Università Parthenope a Monte di Dio in via Generale Parisi, inaugurata dal Vice Presidente della Provincia di Napoli Gennaro Ferrara, Rettore dell’ateneo ancora per qualche giorno dopo ben 24 anni.
“Una struttura realmente capace di contenere la comunità universitaria – ha dichiarato il Preside della Facoltà di Giurisprudenza Federico Alvino – e che ci auguriamo risulti essere un investimento positivo per tutta la città”. Didattica, ricerca ma anche aggregazione grazie agli spazi riservati agli studenti nei circa 25.000 mq della struttura. “Un Polo che assemblerà a Napoli le facoltà di economia e giurisprudenza, una ricchezza nuova per l’ateneo e le sue compagini” ha affermato Alvino. “Un connubio fruttuoso per l’ateneo che darà ampio spazio allo sviluppo dei dipartimenti e della ricerca” ha dichiarato in neo Rettore Claudio Quintano già Preside della Facoltà di Economia.
Palazzo Pacanowski (questo il nome della sede), dispone di tre ascensori che collegheranno via Chiatamone alla struttura e un quarto in costruzione da Santa Lucia. Una comodità per il corpo universitario ma che di certo causerà un aumento di traffico poiché nella zona ci sono già la Nunziatella, il Politeama e l’Istituto per gli Studi filosofici.
Gennaro Ferrara, definendo questa come “la sua ultima apparizione in veste di Rettore”, ha affermato: “Ho ricoperto la carica per ben 24 anni (basti pensare che quando sono stato eletto per la prima volta il Ministro Gelmini aveva 12 anni) e posso dire con certezza che nulla si può gestire se non si ha una strategia. Non ci si può ancorare ad un tempo limitato. E’ proprio grazie ai ventiquattro anni di continuità che l’ateneo oggi conta numeri importanti. Se fossero stati cambiati sei o sette Rettori (come si vuole fare adesso!) ora non saremmo qui ad inaugurare la nuova sede”. E’ intervenuto durante la cerimonia anche l’On. Ortensio Zecchino, ex Ministro dell’Università che ha affermato: “Lo stato ha un grande debito nei confronti del Sud! Il fondo ordinario di finanziamento stanziato per le università nel 2009, ammontava a circa 7 miliardi, al Sud sono arrivati solo 621 milioni. Il Sud non è arretrato, è lo Stato che lo penalizza e quindi opere come questa sono molto meritevoli”.
In una prospettiva di attenzione al fabbisogno di funzionalità, dai vertici della Parthenope si alzano cori di buone prospettive come crescita culturale, ampliamento delle conoscenze e rimodernamento dei percorsi formativi. Sono però, a parere di Ferrara, esigenze compensabili solo con il tempo: “Il tempo è la risorsa dell’economia” ha affermato.
Martina Gaudino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Trova una storia... o scrivila tu

Next Article

Steeper: "l'energia" della ricerca

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".