Per viaggiare in libertà c'è il trolley-monopattino

trolley_monopattino.pngSemplice ma geniale: “Non è più l’uomo a portare la valigia, ma la valigia a portare l’uomo”. Una vera e propria “Rivoluzione Copernicana” per i viaggiatori di tutto il mondo. Si chiama EASY RIDER ed è l’innovativo progetto ideato dagli studenti del Corso di Habitat Design dell’Istituto Quasar e il cui prototipo verrà presentato in Giappone. Si tratta di una valigia-monopattino di ultima generazione, una soluzione divertente e funzionale che risponde al problema della mobilità. Si corre sempre, si insegue il tempo; in aeroporto, in stazione, per strada: la velocità è il reale valore aggiunto ai nostri spostamenti.
Il prototipo ha già trovato un’importante vetrina intercontinentale: sarà presentato a Tokyo presso la “Mostra sulla mobilità in Giappone” dal 24 settembre al 19 ottobre 2009, nell’ambito del più ampio “Progetto Interregionale di promozione della filiera mobilità, motoristica e subfornitura in Giappone”, al quale partecipa la Regione Lazio, attraverso Sviluppo Lazio e in collaborazione con l’ICE e le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte.
Il Nippon Kagaku Miraikan (Museo Nazionale della Scienza e dell’Innovazione di Tokyo) sarà dunque la sede del grande evento che vedrà protagonista anche l’Istituto Quasar Design University Roma, con la sua idea-in-movimento EASY RIDER, il trolley-monopattino che rivoluziona il concetto di mobilità, già vincitore del Concorso Internazionale di Design APME ASSOPLAST (Londra 2002).
EASY RIDER può sembrare un comune trolley, ma con un semplice e geniale meccanismo si trasforma in un mezzo di trasporto che permette di muoversi rendendo il viaggio meno faticoso, pur conservando le caratteristiche di capienza e compattezza. La valigia rigida in ABS diventa trolley-monopattino con l’applicazione di una leggera fusione di alluminio sul dorso. Assolta la sua funzione, il monopattino si ribalta sul dorso della valigia, senza variazioni nell’ingombro.
L’evento sulla mobilità che si terrà nel prossimo autunno in Giappone, di portata internazionale, prevede l’allestimento di una Mostra di Immagine organizzata all’interno del Museo della Scienza e dell’Innovazione di Tokyo, con l’esposizione di prodotti innovativi legati al concetto di mobilità. Per la mostra sono stati scelti i progetti a più alto contenuto innovativo rappresentativi delle best practice regionali: EASY RIDER è uno di questi progetti, che rappresenteranno a Tokyo l’eccellenza del design e della ricerca italiana.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Esperti di marketing e appassionati di web

Next Article

Test di dialetto, la Lega ci ripensa

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).