Il miraggio della scuola digitale

Una scuola tecnologica, dove ogni alunno possa sfruttare al massimo la potenzialità della rete, dunque una scuola digitale. Il Ministro Profumo negli ultimi mesi ha molto spinto il processo di digitalizzazione della scuola italiana eppure

PREZZI TROPPO ALTI, 3.800 SCUOLE NON AVRANNO PIU’ INTERNET

Una scuola tecnologica, dove ogni alunno possa sfruttare al massimo la potenzialità della rete, dunque una scuola digitale. Il Ministro Profumo negli ultimi mesi ha molto spinto il processo di digitalizzazione della scuola italiana eppure, la circolare della Direzione scolastica generale procede proprio all’inverso. Ben 3.800 scuole resteranno infatti senza internet. “Dal 20 ottobre 2012 saranno dismesse tutte le linee ministeriali Fastweb del progetto SPC per le 3800 scuole interessate”, così recita la nota.

Una convenzione che costava troppo spiegano dal Miur. “Per dare Internet alle segreterie di 3800 scuole – racconta Emanuele Fidora, direttore generale del Miur a “il Giornale” – abbiamo speso sei milioni di euro. Un’assurdità rispetto ai prezzi che girano sul mercato. Ora ogni segreteria scolastica può connettersi con soli trenta euro al mese”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Curiosity. Il deodorante non lo rende irresistibile, lui chiede un maxi risarcimento

Next Article

Al Suor Orsola si presentano i risultati del progetto europeo GRACE

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"