I giovani e l’editoria: nuove competenze per un mestiere che cambia

Alla Sapienza l’evento di presentazione della sesta edizione del Master in Editoria, Giornalismo e Management culturale con gli editori Mauro Bersani, Luca Formenton e Daniele di Gennaro

Venerdì 9 novembre alle 10 presso l’Aula Odeion della Facoltà di Filosofia, Lettere, Scienze Umanistiche e Studi Orientali della Sapienza sarà presentata la sesta edizione del Master in Editoria, Giornalismo e Management culturale con un incontro dal titolo I giovani e l’editoria: nuove competenze per un mestiere che cambia. Dopo i saluti iniziali del Direttore del Dipartimento di Scienze documentarie linguistico-filologiche e geografiche Prof. Paolo Di Giovine, ci sarà una presentazione del Master da parte del Direttore, Prof.ssa Elisabetta Mondello. Seguirà una tavola rotonda – moderata da Saverio Simonelli, giornalista di TV2000 – in cui gli editori partner e docenti del Master, Mauro Bersani di Einaudi, Luca Formenton de Il Saggiatore e Daniele Di Gennaro di Minimum Fax, si confronteranno sui temi relativi ai cambiamenti in atto nel mondo dell’editoria, e al conseguente coinvolgimento di nuove professionalità. In chiusura, le testimonianze di ex studenti delle scorse edizioni del Master che racconteranno i propri percorsi professionali a partire dall’esperienza del corso di studi proposto dalla Sapienza.

Non solo crisi, di cui i media ci informano quotidianamente. L’editoria sta vivendo un momento di profondo rinnovamento grazie ai nuovi meccanismi di produzione, soprattutto grazie alla dilagante diffusione del digitale. Se è vero che la cura che gli editori riservano all’oggetto libro non è mai tramontata, la produzione di e-book e di prodotti digitali e la grande diffusione dei social network, hanno portato a un cambiamento della produzione editoriale e, conseguentemente dei meccanismi di promozione. Che oggi passano soprattutto per il web. In questa realtà editoriale in continuo divenire, in che modo le competenze dei giovani neolaureati – soprattutto in discipline umanistiche – possono diventare fondamentali per un editore? Nuove opportunità che favoriscono nuove professionalità. Dal redattore al traduttore, dall’ufficio stampa al responsabile del marketing: quali sono le nuove capacità che gli editori richiedono ai giovani in questo momento storico? Questi sono alcuni dei temi su cui Saverio Simonelli inviterà gli editori al confronto. I tre ospiti della giornata, protagonisti del mercato librario italiano, offrono un contributo importante al Master in quanto partner e docenti.

Il Master in Editoria, Giornalismo e Management culturale, intende infatti fornire le conoscenze, le tecniche e le abilità necessarie per la formazione di professionalità innovative nel campo dell’editoria, del giornalismo e della progettazione culturale e di figure particolarmente richieste in un settore del mercato del lavoro, quello dell’industria culturale, oggi decisamente in espansione anche grazie alle nuove tecnologie: il redattore editoriale, l’addetto stampa, l’esperto di processi di comunicazione, l’operatore culturale. Il Master si avvale del prezioso contributo di circa sessanta docenti, professori universitari ma anche professionisti del settore.
Il Master prevede 330 ore di lezioni frontali distribuite da febbraio a giugno 2013 con cadenza quotidiana (cinque ore di lezione tutti i giorni di mattina dal lunedì al venerdì) e obbligo di frequenza. La sede delle lezioni è un’aula multimediale dove ogni studente ha una propria postazione con pc collegato a internet. È prevista una verifica scritta in itinere e una tesi su un tema scelto dallo studente. Al termine delle lezioni frontali gli alunni saranno indirizzati presso un’azienda (case editrici, redazioni giornalistiche, biblioteche, fondazioni ed istituzioni culturali, agenzie di comunicazione, società di relazioni pubbliche, pubblicitarie, di marketing) per uno stage della durata di 350 ore.

Sito Master: www.dolinfige.uniroma1.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Elezioni 2012, Obama vince su twitter

Next Article

Election day in Usa: anche a Roma si brinda per la vittoria di Obama

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".