I Blastema apriranno il tour degli Skunk Anansie

blastema

I Blastema  sono stati scelti per aprire il tour italiano degli Skunk Anansie. Dopo Sanremo, un’altra conferma del loro talento.

“Siamo onorati ed entusiasti nell’avere appreso la notizia che saremo al fianco degli Skunk Anansie per le date italiane del loro tour estivo. Per noi significa soprattutto la possibilità di poter frequentare da vicino uno dei gruppi che ha contribuito a sviluppare il nuovo corso del rock negli ultimi vent’anni e siamo certi che questa esperienza ci segnerà come musicisti e come persone”, hanno detto.

Matteo Casadei, Alberto Nanni, Michele Gavelli, Luca Marchi e Daniele Gambi, apriranno il concerto di una delle rock band più famose al mondo, il 15 luglio a Milano, presso l’Ippodromo del Galoppo di San Siro.

Si proseguirà il 16 luglio a Firenze (Obihall), il 21 luglio a Cividale del Friuli (Piazza del Duomo, UD), il 23 luglio a Grugliasco (GruVillage, TO), il 24 luglio a Cattolica (Arena della Regina, RN) e il 13 agosto a Pescara (Stadio Adriano Flacco – Antistadio).

E intanto, presenteranno il loro nuovo album, dal titolo “Lo stato in cui sono stato” il 19 marzo a Milano e il 20 al Circolo degli Artisti di Roma.

Le loro canzoni intendono raccontare i cambiamenti di ‘stato’ dell’esistenza umana. “E’ lecito interrogarsi su quale sia questo stato. Lo stato interiore, dimesso e mai pienamente appagato? Lo stato sociale, sempre più scollato, precario e fragile? Lo stato nazione, ormai sconsacrato da quegli stessi simboli che avrebbero dovuto garantirne la legittimità e il decoro? Lo stato dei fatti, degli accadimenti, delle cose, come declinazione d’esistenza appena trascorsa”, raccontano i Blastema.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Roma Tre, la lunga attesa degli studenti in cerca di una data di laurea

Next Article

Mafia, per gli studenti del Trentino esiste anche al Nord

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".