Greenpeace cerca dialogatori per l'ambiente

Greenpeace è uno dei più grandi movimenti ambientalisti del mondo, con circa tre milioni e mezzo di sostenitori, indipendente da qualsiasi partito politico; si finanzia esclusivamente con il contributo di singoli individui che ne condividono gli ideali e la missione.
Greenpeace cerca giovani da inserire nell’organico di Roma come dialogatori; i candidati dovranno avere ottime doti comunicative, forte motivazione personale ai temi ambientali e capacità di lavorare in gruppo. Sarà valutato come requisito preferenziale l’aver maturato precedenti esperienze come dialogatore, promoter o venditore.
Il dialogo diretto è un’attività che tutela l’indipendenza di Greenpeace, perché ha lo scopo di motivare singoli cittadini a sostenere le attività dell’associazione. I dialogatori di Greenpeace hanno il ruolo di incontrare le persone in luoghi con forte affluenza, come piazze, centri commerciali, concerti e fiere a tema.
Entrando nel team Greenpeace si riceverà formazione continua e affiancamento, in aula e “on the job”, per sviluppare le capacità e abilità relazionali e di comunicazione. È previsto un contratto di collaborazione, e una buona possibilità di guadagno, composta da fisso più incentivi.
Per candidarsi all’offerta è necessario consultare il sito www.greenpeace.org/italy/lavora-con-noi/dialogo-diretto

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fulbright/best 2009, parte la III edizione

Next Article

Energia pulita, futuro migliore

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.