Giovani cervelli europei

22° Concorso dell’Unione europea per giovani scienziati, Proclamati a Lisbona i vincitori, provenienti da Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria, dell’edizione 2010.

22° Concorso dell’Unione europea per giovani scienziati: i migliori giovani cervelli si danno battaglia a Lisbona
Proclamati a Lisbona i vincitori, provenienti da Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria, dell’edizione 2010 del Concorso dell’Unione europea per i giovani scienziati.
I progetti, incentrati su fisica, biologia e scienze sociali, sono stati selezionati da una giuria internazionale tra le 85 proposte ricevute, provenienti da 37 nazioni. I secondi e terzi premi nonché il premio internazionale, vanno a 7 altri progetti, provenienti da Polonia, Germania, Portogallo, Lettonia, Italia e Brasile. Ai 16 vincitori, di età compresa tra i 14 e i 21 anni, è stato assegnato un montepremi di 51 000 euro.
Il progetto italiano che ha ottenuto il terzo premio è stato curato di tre 19-enni matematici.
La manifestazione mira a incoraggiare i giovani che si interessano alla scienza a perseguire una carriera in questo settore. Essa fa parte del programma Scienza nella società, nel quadro del Settimo programma quadro per la ricerca (7° PQ).
La prima edizione del concorso, svoltasi nel 1989, ha visto la partecipazione di 15 paesi.  All’edizione di quest’anno, la ventiduesima, hanno partecipato 37 paesi e una delle scuole europee.
Il concorso, dalla prima edizione ad oggi, ha accolto 2 074 partecipanti (627 ragazze e 1 447 ragazzi). Sono stati distribuiti oltre 500 premi. Molti degli studenti che hanno partecipato alle passate edizioni hanno dato poi origine a scoperte di grande rilievo scientifico o fondato imprese per commercializzare le idee sviluppate durante il concorso
Più informazioni: ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/scienza_ricerca/22mo_concorso_giovani_ricercatori_it.htm

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Parere del Cun sul ddl Gelmini

Next Article

Economia: stop and start

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside