Giorno del ricordo: a Palazzo Madama, studenti e Miur commemorano le vittime delle foibe

Saranno il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, e il Presidente del Senato, Pietro Grasso, a consegnare domani, mercoledì 10 febbraio, nell’Aula di Palazzo Madama, i riconoscimenti alle scuole vincitrici del Concorso “10 febbraio. Identità e Memoria”. La premiazione si terrà nel corso delle commemorazioni per il “Giorno del Ricordo”, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale.
La cerimonia sarà presieduta dalla Presidente della Camera, Laura Boldrini, e vedrà anche l’intervento del Presidente della Federazione delle Associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati, Antonio Ballarin, e del giornalista Toni Capuozzo, figlio di esuli.
Il concorso per le scuole, giunto alla sua sesta edizione, è organizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito delle iniziative promosse dal Gruppo di Lavoro “Miur-Associazione Esuli” finalizzate a sostenere la conoscenza delle vicende del confine orientale italiano all’indomani del secondo conflitto mondiale. Per questo anno scolastico gli alunni e i docenti sono stati chiamati a riflettere sul tema “Identità e Memoria”.
Ad animare la cerimonia, tre momenti musicali: il Coro del Liceo Scientifico e Musicale “Marconi” di Pesaro eseguirà l’Inno Nazionale e il “Va’ Pensiero” di Verdi e il Coro della Direzione Didattica “Novelli” di Monreale eseguirà il brano “Ninna nanna” di Vinciguerra.
La commemorazione sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai2 dalle ore 11 alle ore 12 e sarà curata da Rai Parlamento.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giorgio Parisi alla Ue: "L'Italia perde 300 milioni di euro l'anno in fondi destinati alla ricerca"

Next Article

Gli studenti presentano la LIP, una proposta per "cambiare finalmente il Diritto allo Studio"

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".