Fondazione Canon: borse di studio in Giappone per laureati e ricercatori

Borse di studio in Giappone per laureati e ricercatori con la Fondazione Canon. Ogni anno la fondazione mette a disposizione delle borse di studio per laureati e ricercatori europei e giapponesi per effettuare un periodo di studio della durata minima di 3 mesi e massima di un anno in Giappone per ricercatori europei, e in Europa per ricercatori giapponesi.
La scadenza annuale per fare richiesta di una borsa di studio è il 15 Settembre. Si può fare richiesta per ogni ambito di ricerca per un periodo che va da un minimo di tre mesi a un massimo di un anno. Le borse non sono limitate agli accademici ma possono farne richiesta anche membri di associazioni commerciali, industriali o governative che intendono approfondire progetti specifici inerenti il loro campo di attività.
Per partecipare alle selezioni è necessario presentare un progetto di ricerca corredato da curriculum vitae, pubblicazioni, referenze accademiche e titoli. Le borse di studio della Fondazione Canon conferiscono ai selezionati un assegno di ricerca di importo compreso tra 22.500 e 27.500 euro.
Le borse di studio che inizialmente coprivano ambiti di ricerca strettamente legati alla scienza e alla tecnologia comprendono oggi ambiti di studio molto più vari e diversi tra loro. Sono state concesse, ad esempio, borse a studi inerenti la biologia molecolare, l’architettura dei giardini o studi sulla meccanica.
La Fondazione Canon si fa inoltre promotrice di una vasta serie di seminari su vari aspetti della cultura e dell’economia europea e giapponese che si tengono durante tutto l’anno. Ai seminari intervengono esperti provenienti dalle università più prestigiose del mondo accademico ma anche personalità politiche e di organizzazioni professionali.
La Fondazione Canon viene costituita nel 1987 presso la sede centrale di Canon Europe come momento commemorativo del 50° anniversario di Canon nel mondo e il 30° di attività in Europa. La Fondazione incarna appieno la filosofia aziendale del Kyosei “vivere e lavorare assieme per il bene comune” e se ne fa promotrice a livello globale.
Sul sito della Fondazione è possibile trovare maggiori informazioni e scaricare il modulo di richiesta.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 06 agosto

Next Article

Piano di assunzioni straordinario: le FAQ aggiornate dal MIUR

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.