Flavio Insinna al Corriere dell’Università: sceglierei medicina

“Se oggi dovessi scegliere una facoltà sarebbe medicina, per proseguire il lavoro iniziato e per tanti anni portato avanti da mio papà. Ma se dovessi cambiare improvvisamente lavoro sono certo che mi dedicherei ad una piccola attività che abbia a che fare con il mare”

“Se oggi dovessi scegliere una facoltà sarebbe medicina, per proseguire il lavoro iniziato e per tanti anni portato avanti da mio papà. Ma se dovessi cambiare improvvisamente lavoro sono certo che mi dedicherei ad una piccola attività che abbia a che fare con il mare. Le idee vanno coltivate e difese. Non ve le fate soffocare dalle difficoltà della vita. Vi auguro di avere sempre entusiasmo da bambino e pensieri da uomo”

Flavio Insinna

Total
0
Shares
1 comment
  1. Peccato che ci abbia già provato a fare il medico,se non ricordo male prima di fare l’attore, ma per sua stessa ammissione in un intervista, si rifiutò Ippocrate in persona, e sempre per sua ammissione, persino il padre lo esortò a lasciar perdere, dicendogli che non era cosa per lui, perchè ucidere la gente è reato.

Lascia un commento
Previous Article

Test d'ingresso, domani si parte con medicina

Next Article

Quanto sei spaventato dal test d'ingresso?

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.