Federico II: studenti consumano rapporto sessuale sulle scale dell’Università

studentesse
Nella foto un episodio simili avvenuto in un Ateneo degli Stati Uniti

 

Sesso all’Università – Una macchina no? La reazione è sorpresa, il tono indispettito. Sono i commenti degli studenti che hanno sorpreso due ragazzi durante un atto sessuale all’Università Federico II di Napoli. La passione, esplosa all’improvviso, li ha coinvolti proprio lungo le scale d’emergenza dell’edificio di Monte Sant’Agelo. E pare che qualcuno li abbia visti.

Lui, “pelato”, lei, dai capelli rossi: l’amplesso sulle scale d’emergenza non è passato certo inosservato, così come non sono passati inosservati i rumori provocati.”E’ tutta invidia la vostra, perché loro hanno avuto il coraggio di godersela sulle scale d’emergenza dell’Università” – hanno commentato gli studenti. “Il rapporto si sarebbe consumato proprio l’8 marzo, forse per festeggiare “degnamente” la giornata internazionale dedicata alla donna” – scrivono altri.

Il luogo, di sicuro, non è stato appropriato per una mattinata romantica: il sottoscala delle aule F1 ed F2 di Fisica, infatti, è visibile a tutti. “Forse lui era il fisico e voleva esercitarsi con il suo vettore” – ipotizza Nicola, uno studente della Facoltà. “Che sfigati, una macchina, una stanza no? Non ci posso credere” – commenta Luciano. Insomma, stupore, ironia e sorpresa da parte degli studenti, per raccontare un episodio che di sicuro poteva essere evitato. “Posso resistere a tutto, tranne alle tentazioni” – diceva Oscar Wilde. I due studenti in questione – è proprio il caso di dirlo – lo avranno preso alla lettera.

RN

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Le laureate italiane guadagnano meno dei loro colleghi maschi

Next Article

5mila cantieri entro il 2016. La proposta del Pd per ristrutturare le scuole

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".