Facebook specialist Junior

L’azienda Antevenio opera nel settore del digital marketing al momento è alla ricerca per la sua sede di Milano, di uno/una stagiare Facebook specialist Junior.

L’azienda Antevenio opera nel settore del digital marketing al momento è alla ricerca per la sua sede di Milano, di uno/una stagiare Facebook specialist Junior.

Attività previste
Il ruolo prevede l’inserimento in organico con responsabilità di:
-estrapolazione offerte e prodotti dai siti affiliati;
-caricamento di campagne Facebook Ads;
-alimentazione e organizzazione database immagini promozionali;
-supportare il SEM Specialist nella gestione ed ottimizzazione delle campagne su piattaforma Facebook Ads;
-supportare il SEM Specialist nell’analisi e misurazione giornaliera dei risultati delle campagne Facebook Ads.

Il candidato ideale è  neo-laureato o laureando in Marketing, Pubblicità o Relazioni Pubbliche, e che sia altamente motivato nel lavorare e crescere nel campo del web marketing.

E’ richiesta la conoscenza del mondo web e di Facebook, oltre ad un’ottima padronanza dei principali strumenti del pacchetto Office.

E’ richiesta una buona conoscenza della lingua inglese.

Forma di contratto: Stage di 6 mesi, previsto un rimborso spese.

Sede di lavoro: Milano

Via Restelli 3/7 20124 Milano – T +39 0292884100 – [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Disegnatore progettista con Inventor

Next Article

Ricercatori ed organizzatori eventi presso l'ISPI

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.