Effetto Bonus Bici: la bicicletta è il prodotto più ricercato per Natale

Il Natale si avvicina, e malgrado le restrizioni, le incertezza e le incognite riguardo ai luoghi e alle modalità dei festeggiamenti, non mancheranno certo i regali, almeno per sé stessi e per gli affetti più cari. Ma quali sono i regali di Natale più desiderati dagli italiani?

Il Natale si avvicina, e malgrado le restrizioni, le incertezza e le incognite riguardo ai luoghi e alle modalità dei festeggiamenti, non mancheranno certo i regali, almeno per sé stessi e per gli affetti più cari. Ma quali sono i regali di Natale più desiderati dagli italiani?

  • Frigoriferi, lavatrici e asciugatrici sono in cima alla lista dei desideri
  • TV, smartphone e tablet i prodotti tech più ricercati
  • Gli italiani pianificano gli acquisti con due settimane di anticipo

Tiendeo.it, compagnia leader nei servizi drive-to-store per il settore retail ed esperti in cataloghi digitali, ha analizzato le ricerche degli utenti sul proprio portale per rivelare quali sono le intenzioni d’acquisto per questo Natale, sia riguardo ai prodotti e alle categorie merceologiche che rispetto alle tempistiche e alle modalità.      

La bicicletta è la regina dei supermercati

Non ci sono dubbi. Per Natale il prodotto più ricercato è la bicicletta. Si tratta dell’effetto Bonus Bici, che ha fatto impennare la curva delle ricerche di questo prodotto nelle ultime settimane, rendendolo il regalo perfetto da fare e da farsi per questo Natale, aggiudicandosi il primo posto in assoluto, superando articoli tech e giocattoli.

Nello specifico della categoria supermercati, al primo posto troviamo la bicicletta (5%), seguono le bevande alcoliche e non (tra il 4% e il 3%) delle ricerche. Completa il podio un grande classico della tavola mediterranea, l’olio d’oliva (1%), che si aggiudica il terzo posto a pari merito con il panettone, immancabile dolce del Natale degli italiani.

I prodotti di elettronica in cima alla wishlist degli italiani

A Natale vince l’elettronica. I prodotti tech hanno sempre un grande appeal, non a caso la categoria elettronica si guadagna la prima posizione con il 15% delle ricerche, seguita da bricolage e giardino (12%) e casa (10%).

In termini assoluti, dopo la bicicletta, si posizionano al secondo posto lavatrice (4%) e frigoriferi (4%), seguono TV (3%) e smartphone (3%), asciugatrice (2%) e tablet (1%).

Entrando nello specifico delle categorie, all’interno della categoria elettronica, al primo posto troviamo i grandi elettrodomestici: frigorifero (14%), lavatrice (11%), asciugatrice (5%).

Nella categoria brico al primo posto troviamo le piscine (12%), secondi a pari merito barbecue, batteria auto e stufa a pellet (5%) e al terzo posto i climatizzatori (3%)

Per quanto riguarda invece la categoria casa e arredo, l’oggetto più desiderato è il divano (5%),  seguito da sedie (4%), materassi e cassettiere (3%) e mobili da giardino (2%).

Gli italiani pianificano gli acquisti con due settimane di anticipo

Secondo lo studio realizzato da Tiendeo, gli italiani iniziano a pianificare i propri acquisti con un anticipo di due settimane, lo dimostra l’aumento del 12% nelle letture dei volantini in queste date.

Altro dato che conferma l’impennata di interesse durante il periodo natalizio è la crescita del traffico al sito del 14%, con 3 Milioni di utenti unici, 3,8 Milioni di Sessioni e 7,3 Milioni di pagine visualizzate. Alla luce di questi dati, sembra che gli acquisti natalizi avverranno nel segno del risparmio e della pianificazione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Natale: gli ortopedici italiani, i bambini tornino all'aria aperta

Next Article

Marina: concorso per 17 Sottotenenti di Vascello

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.