Marina: concorso per 17 Sottotenenti di Vascello

E’ stato indetto un concorso per la nomina di 17 Sottotenenti di Vascello in servizio permanente nei ruoli normali della Marina Militare.

E’ stato indetto un concorso per la nomina di 17 Sottotenenti di Vascello in servizio permanente nei ruoli normali della Marina Militare. La domanda di partecipazione deve essere inviata entro il 14 gennaio 2021. Ecco tutte le informazioni e il bando da scaricare.

POSTI A CONCORSO

La Marina Militare ha indetto, infatti, un concorso per la selezione di 17 risorse così distribuite:

  • n. 5 sottotenenti di vascello del Corpo del genio della Marina di cui tre per la specialità armi navali e due per la specialità infrastrutturali;
  • n. 7 ufficiali del Corpo Sanitario Militare Marittimo – medici, di cui:
    – n. 3 tenenti di vascello, specialisti in malattie dell’apparato cardiovascolare, in ortopedia e
    traumatologia, in medicina del lavoro, in psichiatria, in oftalmologia o in otorinolaringoiatria, in medicina dello sport e in anestesia e rianimazione;
    – n.4 sottotenenti di vascello, medici generici;
  • n. 5 sottotenenti di vascello del Corpo delle Capitanerie di Porto, di cui due per laureati in giurisprudenza e tre per laureati in ingegneria informatica.

Si precisa che sui posti a concorso sono previste delle riserve. Per conoscere i dettagli vi rimandiamo alla lettura del testo integrale del bando.

REQUISITI

Per essere ammessi al concorso per Sottotenenti di Vascello è necessario non aver superato il giorno di compimento del:

  • 40° anno d’età, se Ufficiali in ferma prefissata dell’Esercito, della Marina Militare o dell’Aeronautica Militare che hanno completato un anno di servizio o se Ufficiali inferiori delle Forze di completamento;
  • 34° anno d’età, se Ufficiali in ferma prefissata dell’Arma dei Carabinieri che hanno completato un anno di servizio o se Ufficiali inferiori delle Forze di completamento dell’Arma dei Carabinieri;
  • 38° anno d’età per i sottotenenti specialisti medici;
  • 35° anno d’età se non appartenenti alle predette categorie.

Inoltre i candidati devono possedere anche i seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani;
  • godere dei diritti civili e politici;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione oppure licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni;
  • se concorrenti di sesso maschile, non essere stati dichiarati obiettori di coscienza oppure ammessi a prestare servizio sostitutivo civile;
  • non essere stati condannati per delitti non colposi;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • non aver tenuto condotta incensurabile;
  • non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non danno sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • essere in possesso di uno dei titoli di studio, specificati nel bando, relativi alla posizione per la quale si inoltra la candidatura.

SELEZIONE

L’iter di selezione prevede la valutazione dei titoli dei candidati, oltre a prove d’esame e di efficienza fisica, nello specifico:
– due prove scritte;
– valutazione dei titoli di merito;
– accertamenti psico-fisici;
– accertamenti attitudinali;
– prova orale.

Maggiori dettagli sulla procedura selettiva sono specificati nel bando.

DOMANDA

La domanda al concorso Marina Militare può essere presentata esclusivamente tramite procedura telematica, visitando il sito del Ministero della Difesa – Concorsi Online e consultando la pagina web relativa ai concorsi.

Per candidarsi è necessario cliccare su ‘Info / Partecipa’ e registrarsi al sito web. Si ricorda che la data ultima per inoltrare le domande di ammissione è il giorno 14 gennaio 2021.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Effetto Bonus Bici: la bicicletta è il prodotto più ricercato per Natale

Next Article

Tirocini Comune di Trento: opportunità per studenti e neolaureati

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.