Effetti del botox sul cervello, a Zurigo si cercano volontari

Notizie da brivido arrivano dall’Istituto di neuroinformatica del Politecnico federale e dell’Università di Zurigo che vogliono studiare come reagisce il cervello alla tossina botulinica. In pratica si cercano “cavie umane” disposte a farsi iniettare botox in fronte.

L’istituto, attraverso un annuncio pubblicato su un sito di scambi e appuntamenti (ronorp.net), cerca ancora 25 candidati dopo averne già presi cinque. “Obiettivo della ricerca – ha dichiarato il responsabile dello studio Arko Goshdellaè studiare le interazioni fra le percezioni sensoriali e i movimenti dei muscoli“. Le iniezioni vengono effettuate presso la clinica di chirurgia plastica dell’Università di Zurigo. I volontari devono essere persone che hanno già pensato di ricorrere al botox.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il Premio dei Premi all’Italia che si rinnova

Next Article

Forum delle Culture perde l'avallo del Governo

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".