Eduardo De Filippo torna a vivere – Ecco il suo ultimo lavoro inedito: la traduzione in napoletano de La Tempesta di Shakespeare

Eduardo de filippo inedito

Eduardo De Filippo torna a vivere. Mercoledì, a Roma, la proiezione del suo ultimo lavoro inedito: la traduzione in napoletano antico de La Tempesta di Shakespeare.

Mercoledì 28 maggio alle 18.00 presso l’Aula Magna della Sapienza con “Orecchie per vedere” s’inaugura il ciclo d’iniziative dal titolo “Eduardo dopo Eduardo” promosse, in occasione del trentennale della morte di Eduardo De Filippo, dal Centro Teatro Ateneo, in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo della “Sapienza-Università di Roma”, dove il grande uomo di teatro è stato professore a contratto dal 1981 al 1983.

Nel corso della serata-spettacolo, condotta da Antonio Audino di Radio3, verrà presentata la registrazione audio inedita dell’ultima impresa artistica di Eduardo,  la traduzione in napoletano antico della Tempesta (che è anche l’opera di congedo di Shakespeare).

La voce di Eduardo sarà poi accompagnata da altre voci: quella di Luca De Filippo che legge alcune poesie del padre, quella di Isa Danieli, che recita brani di Ta-kai-ta, omaggio poetico di Enzo Moscato a Eduardo, voci di studiosi (Rosy Colombo, Nicola De Blasi), e testimoni come Ferruccio Marotti e Gianfranco Cabiddu, che all’epoca sostennero e accompagnarono l’impresa di Eduardo.

Gli incontri “Eduardo dopo Eduardo”, nati dalla collaborazione con il Teatro di Roma,  Rai Radio3, la Fondazione Eduardo De Filippo, sono pensati come eventi-spettacolo, destinati a studenti, docenti, operatori del settore, pubblico comune, e intendono contribuire a mantenere vivo l’interesse del pubblico per Eduardo e la sua eredità artistica.

L’iniziativa, infatti, rappresenta l’occasione per un bilancio complessivo di quella che è stata l’eredità teatrale della drammaturgia di Eduardo, rappresentata in Italia e nel mondo e che si conferma come una delle grandi opere del Novecento.

L’ingresso è libero

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Renzi: "Una settimana decisiva per la scuola"

Next Article

Test d'ingresso 2014 - Ecco le assegnazioni di Medicina, Veterinaria e Architettura: cosa significano "assegnato" e "prenotato"?

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".