Don Luigi Ciotti all’università sannita

Giovedì 26 febbraio, alle ore 11.00, l’Università del Sannio ospita don Luigi Ciotti, presidente di “Libera”, il network di organizzazioni impegnate nel contrasto a tutte le mafie.

L’incontro, intitolato “Etica è responsabilità. Memorie e impegno contro le mafie”, si svolgerà nella sala “A. Ciardiello” della Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali in via delle Puglie a Benevento.
Obiettivo dell’iniziativa è quello di invitare l’opinione pubblica e soprattutto i giovani a non dimenticare i sacrifici altrui, educare alla legalità con il confronto e la solidarietà, promuovere lo sviluppo del territorio e ribadire che la formazione e l’istruzione sono i punti di partenza di un mondo fondato sul rispetto delle regole e sulla coesione sociale.

L’Università sannita è impegnata nel sostenere iniziative finalizzate a diffondere e promuovere la cultura della legalità e l’utilizzo sociale ed efficiente dei beni confiscati alla mafia e alla camorra. Infatti, è in corso la prima edizione del master universitario in “Valorizzazione e gestione dei beni confiscati”, organizzato con Libera, la Regione Campania e la Fondazione Unipolis, di cui Don Ciotti è testimone privilegiato.

Parteciperanno all’incontro, tra gli altri, Filippo Bencardino, rettore dell’Università del Sannio; Vittorio Colantuoni, pro-Rettore dell’Ateneo sannita; Antonella De Miro, prefetto di Benevento; Aniello Cimitile, presidente della Provincia di Benevento; Fausto Pepe, sindaco di Benevento; Cosimo Rummo, presidente di Confindustria Benevento; Alfonso Viola, fondazione Unipolis-Cgil Campania; Pietro Rostirolla, presidente UniCampania ed Enrico Tedesco, dirigente della Regione Campania.

La presenza di don Luigi Ciotti a Benevento si inserisce nel “cammino dei cento passi” che conduce al 21 marzo, giornata della memoria delle vittime di tutte le mafie, che quest’anno si concluderà a Napoli.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Al via la quarta edizione del Progetto Bonelli

Next Article

Federico II e Il Tarì firmano una convenzione

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.