DIDATTICA A DISTANZA E GESTIONE DEI FIGLI IL DIFFICILE EQUILIBRIO FAMILIARE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Junior Achievement Italia supporta le famiglie con il suo programma
Crescere che Impresa! in collaborazione con Gruppo Mediobanca

L’incertezza sulla possibilità di riapertura delle scuole ha fatto emergere una serie di problematiche dovute, da un lato, al ricorso non sempre efficace all’e-learning, dall’altro, alle difficoltà nel far convivere le esigenze dei diversi membri della famiglia.

Sono molti, infatti, gli studenti che non riescono ad accedere agli strumenti online o lamentano l’assenza di una vera e propria didattica digitale, che non può consistere soltanto nell’assegnazione di compiti tramite il registro elettronico. Anche nei casi più efficienti, poi, è difficile ricreare fino in fondo lo spirito di collaborazione e confronto presente in classe, oltre a non essere possibile sostenere il medesimo livello di attenzione con lezioni somministrate davanti a un pc.

In particolar modo per i più piccoli, la situazione è ancora più complessa: il ridotto carico di lavoro unito alla mancanza di attività extra-scolastiche può arrivare ad allungare le giornate in maniera esponenziale, gravando sui genitori che non possono sostituirsi agli insegnanti, ma mantengono un ruolo fondamentale nella crescita formativa dei propri figli.

Proprio in quest’ottica, Junior Achievement Italia, da sempre a fianco di studenti e docenti, oggi sceglie di supportare maggiormente le famiglie, rendendo accessibile in forma gratuita e con un semplice click le “Family Activities”, elemento fondamentale di Crescere che Impresa!, programma di educazione imprenditoriale rivolto alle scuole medie, realizzato in collaborazione con Gruppo Mediobanca.

Infatti, come sottolinea Isabella Corrado, insegnante presso la scuola secondaria di primo grado De Marchi Jr. – Gulli, Milano, e docente imprenditiva di Junior Achievement: “In questo momento, è essenziale che la scuola supporti sia gli studenti che le famiglie non soltanto attraverso la somministrazione di compiti e lo svolgimento dei programmi, ma anche e soprattutto per creare un senso di comunità, per non farli sentire soli. Le valutazioni sono molto importanti” – continua la docente – “ma non bisogna dimenticare che scuola significa anche formazione personale, che va ben oltre le competenze tecniche. Molti ragazzi si troveranno prima del tempo ad affrontare situazioni estremamente complesse e, per fronteggiarle, avranno bisogno di strumenti che dobbiamo essere in grado di fornire adesso”.

Quelli proposti da Junior Achievement Italia sono dunque strumenti molto semplici da utilizzare: schede che forniscono momenti di gioco e spunti di riflessione, risoluzione di compiti e situazioni che ci si trova ad affrontare nel mondo reale e che offrono la possibilità di esaminare i problemi da diverse prospettive. Un’occasione per lavorare insieme e trasformare parte del momento speso in famiglia in un gioco ludico e appassionante. Le Family Activities prevedono, infatti, attività di gruppo, riuscendo, così, a coinvolgere anche bambini di diverse età, con l’obiettivo di trasmettere nuove chiavi di lettura della situazione attuale, partendo dalla gestione di piccole problematiche.

Non è necessario essere degli esperti di finanza ed economia per insegnare le nozioni di base sulla gestione del denaro e sulle opportunità imprenditoriali. Occorre, però, dotare i giovani di competenze trasversali di educazione imprenditoriale e alfabetizzazione finanziaria che permetteranno loro di capire e adattarsi ai cambiamenti economico-sociali durante il loro percorso scolastico e successivamente lavorativo.

“L’approccio esperienziale è sempre uno dei nostri focus, perché stimola i ragazzi che approcciano le sfide con maggiore entusiasmo e li invoglia a proseguire nel proprio percorso formativo”, dichiara Miriam Cresta, CEO Junior Achievement Italia “Oggi vogliamo fare un passo in più, sostenendo le famiglie e fornendo loro gli strumenti per aiutare i più piccoli a comprendere e affrontare la situazione attuale”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Premio Chiara Giovani 2020: concorso letterario per ragazzi

Next Article

PAROLE O_STILI LANCIA IL PRIMO FLASH MOB POETICO: #RingraziareVoglio

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".