Dadone, Ministra “metallara” attaccata sulla droga rilancia test per tutti in Parlamento

La titolare delle Politiche Giovanili, del M5s, accusata da destra per le posizioni antiproibizioniste: Data di me un’immagine non vera

La titolare delle Politiche Giovanili, del M5s, accusata da destra per le posizioni antiproibizioniste: Data di me un’immagine non vera

Alla sua nomina alla poltrona di Ministro delle Politiche Giovanili il centrodestra era insorto. Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia avevano dichiarato inaccettabile affidare il ruolo dedicato ai ragazzi a chi ha posizioni <<dichiaratamente antiproibizioniste>>, da Matteo Salvini a Giorgia Meloni fino a Maurizio Gasparri si è gridato all’attentato contro la salute dei giovani. Fabiana Dadone, in quota Movimento 5 Stelle, adesso rilancia.

TEST PER TUTTI

<<Sono delusa dalle bieche argomentazioni rivolte nei miei confronti – ha detto la Ministra intervenendo alla trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora” – l’immagine che ne è uscita è che io sostanzialmente sarei una persona che fa uso di sostanze, cosa che ovviamente non corrisponde a verità. Io invito i colleghi, soprattutto quelli che hanno fatto polemiche, a farci tutti insieme un test antidroga. In un’ottica costruttiva, così, daremo un bel messaggio: siamo tutti coesi nella lotta alla droga>>. Giorgio Lauro, conduttore della trasmissione assieme a Geppi Cucciari, ha chiesto alla titolare del dicastero se si fosse mai fatta una canna. <<Questa domanda conferma che l’immagine uscita fuori è quella di una persona pro droga e non è assolutamente così. Perché non mi avete mai chiesto della lotta al sistema bancario portata avanti in Parlamento?>>.

LIBERALIZZAZIONE A SCOPO TERAPEUTICO

La liberalizzazione delle droghe leggere per la Ministra <<non è in questo momento una priorità del paese. Servirebbe aprire un dibattito sul tema soprattutto della cannabis terapeutica, chi vive grandi sofferenze non deve essere lasciato da solo>>.

IL METAL

La 37enne, Ministra anche nel governo Conte, ha poi parlato del suo lato metallaro. <<Sono appassionata di musica metal, sono una ‘metallara’, ho anche il chiodo di pelle e fino ai 25 anni giravo con le borchie. La passione per la musica continua, ovviamente l’abbigliamento è cambiato.
Gli “In Flames”, gruppo svedese di musica estrema, sono il suo riferimento principale ma apprezzamenti anche per i Lacuna Coil <<o i Linea 77. Ma anche classici come Lucio Battisti>>. Una passione, quella per il metal, che le è valsa anche popolarità e proposte di matrimonio via social. <<Quando ho svelato di essere un’amante della musica metal me ne sono arrivate una trentina. Scrivevano “sei la donna della mia vita, vuoi sposarmi?>>.

LA PANDEMIA E LA DAD

La Ministra ha parlato anche della situazione difficile da gestire, soprattutto pagata dai ragazzi. <<Dobbiamo subito pensare alle strategie per permettere ai ragazzi di riacquistare i loro spazi. La Dad, con tutti i suoi difetti, ci ha permesso però in un momento complicatissimo di non lasciare i ragazzi completamente isolati. Ha consentito loro di seguire comunque la didattica>>.

Total
3
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dirigente Miur tenta il suicidio lanciandosi da una finestra: era indagata per corruzione. E' grave

Next Article

Bimba in una gabbia di plexiglas perché non può indossare la mascherina: è polemica in una scuola di Piacenza

Related Posts