Da Vienna l’Università del sesso

Aprirà questo autunno la prima università del sesso. Non è una bufala la notizia che arriva direttamente da Vienna dove la quarantunenne Ylva-Maria Thompson, originaria di Stoccolma e direttrice della scuola, inaugurerà lo strambo istituto.

Aprirà questo autunno la prima università del sesso. Non è una bufala la notizia che arriva direttamente da Vienna dove la quarantunenne Ylva-Maria Thompson, originaria di Stoccolma e direttrice della scuola, inaugurerà lo strambo istituto. La sede è un’antica tenuta del 1700.

L’Austrian International School of Sex accetterà solo giovani con più di 16 anni che parlino il tedesco e che soprattutto siano disposti a pagare 1600 euro ogni sei mesi per imparare l’arte dell’amore. 200 ore di insegnamento, vitto, alloggio e contraccettivi, questo il pacchetto dell’offerta.

Ce n’è per tutti i gusti. Per quelli che invece hanno bisogno di un “aggiornamento” pacchetti weekend da 250 euro. Le lezioni verteranno su posizioni sessuali, tecniche di carezza, elementi di anatomia. Oltre alla teoria c’è chi pensa subito alla pratica ed infatti dimostrazioni in aula con massaggi sensuali faranno parte delle lezioni.

Ovviamente i giovani studenti otterranno un diploma dopo aver superato un esame, come in ogni altra università.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Oltre 500mila euro per chi apre un'impresa a Milano

Next Article

Smettere di fumare. Grazie a un vaccino è per sempre

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).