Coronavirus: sorvegliati studenti lucani che tornano a casa

Coronavirus, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, col prefetto di Potenza, Annunziato Vardè

Ordinanza del governatore, “è una prima forma di prevenzione”

Gli studenti universitari lucani che decidessero di tornare in Basilicata dopo la sospensione delle attività nelle università di Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria e Friuli-Venezia Giulia “o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni”, dovranno sottoporsi a “misure di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, che ha definito la misura “una prima forma di prevenzione”, con carattere “non coercitivo ma fiduciario”. Gli studenti che tornano in Basilicata “dovranno comunicare la loro presenza ai competenti servizi di sanità pubblica, attraverso i numeri telefonici disponibili sul sito delle Aziende sanitarie di Potenza e Matera”.

ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Coronavirus: i provvedimenti Regione per Regione

Next Article

Coronavirus, ragazza di Codogno con la febbre al pronto soccorso. Il caso degli studenti

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".